Lucca: riqualificazione di un intero quartiere | Edilone.it

Lucca: riqualificazione di un intero quartiere

wpid-Lucca.jpg
image_pdf

Aprirà entro un mese il cantiere per la riqualificazione di un intero quartiere popolare di Lucca. Dopo il via libera, arrivato questa estate da Roma dalla Corte dei Conti, grazie al decreto del Ministero che mette a disposizione lo stanziamento al procedimento del “Contratto di quartiere”, per la riqualificazione del Giardino a Pontetetto, è partita la gara d’appalto e si sono conclusi i primi contratti per l’acquisizione dei terreni.

Il progetto è stato illustrato, con la visione di un plastico (3 metri per 2), dal sindaco Mauro Favilla, l’assessore al sociale Angelo Monticelli, con l’amministratore delegato dell’Erp, Massimo Checchia, insieme al tecnico del Comune Maurizio Tani. “Si tratta di un’operazione complessa – ha spiegato il sindaco – condotta in convenzione con Erp per la gestione degli interventi, per un progetto che interessa quasi 20 milioni di euro di investimenti, comprende oltre al risanamento di un intero quartiere, le cui costruzioni risalgono al dopoguerra, ma anche la regimazione idraulica della zona e la messa in sicurezza idrogeologica. E’ l’occasione di riqualificare una parte della città che necessita di importanti opere, andando a intervenire in una zona densamente abitata che vedrà un netto miglioramento della qualità della vita, grazie a una urbanizzazione di alto livello”. L’assessore al sociale, Angelo Monticelli, ha evidenziato come l’intervento di riqualificazione sia “un progetto innovativo, addirittura rivoluzionario rispetto all’edilizia popolare classica, che prevede parchi, giardini e zone per la socializzazione”. Erp collabora con il Comune per tutti gli interventi di edilizia popolare: “50 appartamenti saranno dati in affitto – ha spiegato l’amministratore delegato Checchia -: 33 venduti in agevolata e 58 saranno demoliti e 62 ricostruiti.

Dall’opera di riqualificazione nascerà un quartiere variegato, perché in parte vedrà interventi anche dei privati che hanno stipulato una convenzione con il Comune, per cui sarà corredata anche da anche alcuni esercizi pubblici e negozi di vicinato. Con la costruzione dei nuovi edifici saranno demolite le strutture più fatiscenti. In totale saranno ricostruiti gli appartamenti che già esistono oggi più altri 90″. Adesso sono partite le gare di appalto per le opere per 76 alloggi (di edilizia agevolata e sovvenzionata) il cantiere sarà aperto entro un mese, nel rispetto del cronoprogramma stabilito con l’amministrazione comunale.Tra giugno e agosto saranno affidati anche i lavori per ulteriori 72 alloggi, di edilizia sovvenzionata e convenzionata.
Nel dettaglio il progetto complessivo prevede la realizzazione di 148 appartamenti (62 coi contratti di quartiere finanziati appunto con i fondi del ministero; 50 di edilizia agevolata tramite la contributo del 45% della Regione Toscana e del 55% di Erp Lucca srl; 33 di edilizia convenzionata in vendita sempre di proprietà dell’Erp Lucca srl da porre in vendita a privati), con una completa ristrutturazione urbanistica dell’area per quanto riguarda sia gli edifici, sia la realizzazione di spazi di aggregazione di verde pubblico, di esercizi di vicinato e attrezzature sportive.
Particolare attenzione, inoltre, è dedicata alle opere di urbanizzazione e ai sistemi di produzione di energia elettrica attraverso l’utilizzo e l’integrazione dell’energia solare, infatti tutte i palazzi di nuova costruzione sono dotati di pannelli per la produzione di energia, nonché di altre soluzione tecnicamente avanzata per il risparmio energetico, in grado di qualificare la nuova area quale “quartiere modello”.

Il finanziamento statale è di 10 milioni di euro, compreso 1,5 milioni di euro ai quali se ne aggiungono altrettanti messi a disposizione dal Comune per la messa in sicurezza e la regimazione delle acque, del Piscilla e del Cesana, le cui gare di appalto per i lavori partiranno a breve, mentre Erp interviene con circa 4 milioni di euro.
Il contratto di quartiere – ha spiegato l’architetto Tani – è una procedura concorsuale del Ministero che, il Comune di Lucca, unico in Toscana, presentando un progetto realizzato insieme ad Erp, e agli architetti Francesco Primitera e Pasquale Cascella, è riuscito ad aggiudicarsi, prevedendo appunto il risanamento di un intero quartiere, ma anche la ricostruzione con tecniche innovative e con tecnologie a risparmio enerergetico.

Il plastico che illustra il progetto attualmente è stato posizionato nell’auditorium dell’ex Pia Casa, era destinato alla sede della Circoscrizione 7, dove tutti i cittadini potevano prenderne visione, ma il suo posizionamento è stato posticipato, visto che attualmente la sede circoscrizionale è interessata da alcuni lavori. Non appena possibile il plastico sarà trasferito alla sede della circoscrizione e sarà presentato alla cittadinanza.

Per altre informazioni, consultare il sito web:
http://www.comune.lucca.it/

Copyright © - Riproduzione riservata
Lucca: riqualificazione di un intero quartiere Edilone.it