Losanna: oltre il concetto di ecoquartiere | Edilone.it

Losanna: oltre il concetto di ecoquartiere

wpid-CartinaSvizzera.jpg
image_pdf

La Svizzera potrebbe mettere a punto un esemplare progetto di sviluppo sostenibile localizzato in un’area di 78 ettari di insediamenti abitativo-industriali da riconvertire. L’area copre una zona di confine tra 3 comuni: Losanna, Renens e Prilly. La scala in questione va quindi ben oltre l’ambito di ecoquartiere e non ha finora uguali in Europa.

La versione definitiva dello Sdol fatica ad uscire dall’ufficio urbanistica del Cantone di Losanna, ma comunque gli incontri tra enti, equipe tecnica dello Sdol ed il gruppo di “pilotaggio politico”, si delinea un progetto molto “verde”.

L’operazione urbanistica si ispira direttamente ai principi del progetto Métamorphose della città di Losanna: una carta in tredici punti garantirà la salvaguardia del suolo, la biodiversità, l’utilizzo di materiali ecocompatibili, i limiti delle emissioni, la riduzione delle emissioni sonore, ma anche il giusto mix sociale e tra abitazioni ed uffici. La realizzazione del progetto si svilupperà soprattutto nel centro cittadino di Renens e nel quartiere Sébeillon di Losanna e interesserà un territorio grande più o meno come 156 campi di calcio.

Entro il 2010 dovrà essere portato a termine il recupero e la trasformazione dei 5 quartieri esistenti e tutte le nuove costruzioni dovranno essere teleriscaldate. La riqualificazione toccherà quindi a tutti gli edifici già esistenti. Per la realizzazione del progetto si procederà isolato per isolato e gli obiettivi dello Sdol dovrebbero essere integralmente raggiunti in 15 – 20 anni.

L’area interessata dovrà produrre autonomamente il 50% del proprio fabbisogno energetico fonti alternative. Vedrà altresì una forte limitazione del traffico automobilistico.

Copyright © - Riproduzione riservata
Losanna: oltre il concetto di ecoquartiere Edilone.it