Legno-Arredamento: 2007 anno record | Edilone.it

Legno-Arredamento: 2007 anno record

wpid-legno.jpg
image_pdf

Il settore legno-arredamento rappresenta uno degli esempi migliori di quei risultati positivi del Made in Italy del 2007, di cui sono state recentemente tirate le somme. Per il settore, non si vedevano risultati così positivi da diversi anni.

Per le esportazioni italiane, si registra nei primi nove mesi una crescita dell’11,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, raggiungendo quota 265 miliardi. Le quote italiane sono in salita anche sul commercio mondiale, passando dal 3,4% del 2006 al 3,6%. Il bilancio, che l’Ice, l’Istituto per il commercio estero, traccia con soddisfazione, è completato dal passivo della bilancia commerciale, che si è ridotto a 7,8 miliardi dai 17,7 miliardi dell’anno precedente.

Secondo l’ICE, tale risultato positivo della bilancia commerciale va imputato al dinamismo dell’imprenditoria italiana, alla riorganizzazione interna delle aziende per fronteggiare le sfide imposte dalla globalizzazione e anche delle incisive azioni di supporto e di promozione del sistema Italia, tra le quali la partecipazione ad alcune delle più importanti manifestazioni fieristiche internazionali, dove l’imprenditoria italiana si è conquistata il posto d’onore.

Tornando al settore legno-arredamento, quest’ultimo aspetto sembra confermato dal successo dei Saloni Worldwide Moscow, una fiera del mobile tutta italiana, di cui sono protagoniste oltre 300 aziende. Per l’edizione 2008 se ne attendono 500. I nuovi ricchi di Mosca e dintorni, infatti, impazziscono per i prodotti italiani, mobili pregiati inclusi; sono pronti a spendere anche 4 o 5 milioni di euro per un arredamento completo. Anche in altri mercati, come quello degli Stati Uniti, il prodotto italiano mantiene posizioni.
Nell’analisi per paesi degli ultimi dati di commercio estero disponibili riferiti al periodo gennaio-agosto 2007, emerge una crescita generalizzata delle esportazioni di arredamento in tutti i primi mercati clienti seppure con forti accentuazioni per Russia (+21,7%), Grecia (+21,3%) Ucraina (+42,9%) e Emirati Arabi Uniti (+40,2%). Francia (+8,3%), Germania (+5%) e Regno Unito (+5,4%) si confermano i primi tre paesi clienti e tornano a mostrare significativi tassi di crescita; in particolare il mercato tedesco e quello statunitense, lo scorso anno invece penalizzati dalla congiuntura, sono entrambi positivi. Per gli Usa (quarto paese cliente) una seppur limitata crescita dello 0,6% in valore, accompagnato da un decremento del 3,4% in volume, è da considerare positiva alla luce dell’andamento penalizzante del tasso di cambio e del rallentamento del mercato immobiliare statunitense.

I numeri del settore legno arredamento attestano che nel corso del 2007 il valore della produzione ha raggiunto i 40 miliardi, di cui oltre il 34% – 14 miliardi circa – destinato all’esportazione, con un aumento dell’8,4% rispetto all’anno precedente. Un andamento, quello rilevato dai dati preconsuntivi elaborati dal Centro Studi Cosmit/Federlegno-Arredo, che rafforza e consolida i buoni tassi di crescita del 2006, anno definito dagli industriali del settore come un periodo di transizione con molte luci e ombre. “Nel 2007 mercato interno e mercato estero hanno avuto entrambi un buon andamento ma, come succede da diversi anni, le esportazioni rimangono la componente più dinamica della domanda – continua il presidente Snaidero.

Il successo del settore – secondo il presidente di Federlegno-Arredo, Roberto Snaidero – è destinato a continuare: “Ancora una volta il mobile si conferma una delle voci più importanti dell’economia italiana. Anche quest’anno, che pure non è stato facile, abbiamo aumentato l’export, conservando la nostra posizione di leader mondiali della fascia medio-alta del settore”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Legno-Arredamento: 2007 anno record Edilone.it