La casa del Cinema a Roma avrà un nuovo volto | Edilone.it

La casa del Cinema a Roma avrà un nuovo volto

wpid-5964_cinecitt.jpg
image_pdf

Il cinema italiano ha bisogno di rinascere. Così si è pensato di costruire una nuova Cinecittà, New-Cinecittà, un complesso da 150.000 metri quadrati seguito, in una seconda fase, da altri 240.000. Il piano non è piaciuto però ai sindacati Cgil e Cisl di Roma e Lazio che si oppongono alla speculazione edilizia. “Diciamo no», dicono i segretari generali di Cgil-Cisl e Uil di Roma e del Lazio, «alle decisioni prese senza interpellare i lavoratori. Per salvare Cinecittà servono azioni concrete di rilancio del cinema, un tavolo con le istituzioni, incentivi per le produzioni”.

Sulla carta: un grande teatro di posa (che si estende su tre ettari di terreno), centinaia di uffici moderni di produzione, camerini, servizi di ospitalità per le troupe estere, un albergo con centro benessere e palestra, servizi di ristorazione multietnica, un parcheggio interrato su due piani.

Ma costruire una nuova casa non sempre serve a tenere unita una famiglia: “Oggi il problema è che non si fanno film – afferma Roberto Corirossi della Uilcom – Le maestranze, le comparse, a migliaia negli anni ’70, oggi non lavorano più e a Cinecittà si girano appena 4-5 film all’anno. Il rilancio non si fa con l’edilizia ma investendo sulle produzioni”.

Entro la fine dell’anno sarà presentato il progetto. Che si realizzi o meno il nuovo distretto speriamo che in ogni caso il settore cinematografico riesca a risplendere come ai vecchi tempi. Intanto il dibattito resta aperto.

Copyright © - Riproduzione riservata
La casa del Cinema a Roma avrà un nuovo volto Edilone.it