Iva sull’invenduto e piano citta’ nel Decreto Sviluppo

wpid-12102_e.jpg

Con l’approvazione di settimana scorsa, il decreto n. 83 del 22 giugno 2012, il cosiddetto Decreto Sviluppo, è diventato legge, con le modifiche apportate dal ddl di conversione approvato definitivamente dal Senato. Tra le misure confermate, informa l’Ance, incentivi fiscali per le ristrutturazioni, ripristino dell’Iva sull’invenduto e Piano nazionale per le città.

Il decreto, che ha recepito molte delle proposte dell’Associazione nazionale dei costruttori edili per il rilancio del settore delle costruzioni, rappresenta un primo segnale concreto per contrastare la crisi.

Nella nota, disponibile in allegato, l’Ance fa il punto su tutte le novità di interesse per il settore delle costruzioni. Tra queste, l’integrazione della disciplina relativa all’emissione di obbligazioni e di titoli di debito da parte delle società di progetto – project bond, le disposizioni in materia di finanziamento di infrastrutture mediante defiscalizzazione, il regime Iva delle cessioni e locazioni di immobili, le misure per la ricostruzione nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012, gli incentivi alla ristrutturazione e all’efficientamento energetico, il piano nazionale per le città e le semplificazioni in materia di autorizzazione e pareri per l’esercizio dell’attività edilizia.

 Scarica la nota Ance

O.O.

 

Copyright © - Riproduzione riservata