Isidis: videosorveglianza innovativa per gallerie e settori a rischio | Edilone.it

Isidis: videosorveglianza innovativa per gallerie e settori a rischio

wpid-CNRlogo.jpg
image_pdf

Un nuovo apparato di videosorveglianza – di nome ‘Isidis‘ – per le situazioni di emergenza, è stato realizzato all’interno dal comprensorio Olivetti di Pozzuoli dove ha sede il Cnr. Sarà il sistema di video sorveglianza attiva del futuro prossimo, grazie al quale, da oggi in poi le telecamere di controllo a distanza non si limiteranno a registrare gli eventi ma, saranno anche in grado di lanciare segnali di allarme nelle situazioni di emergenza, lungo un viadotto o in una galleria, in modo da far scattare una sirena o comporre automaticamente un numero di telefono, anche con webcam. Il sistema sarà in grado di valutare le immagini, tramite una semplice ripresa video, nonchè di segnalare velocemente situazioni anomale nella stanza di controllo, accendendo il monitor connesso al sito dove è stato visto il pericolo. E’ questo un particolare di Isidis che evita agli addetti alla sorveglianza un continuo controllo sui numerosi monitor. Sarà compito dell’occhio elettronico rinviare l’immagine della causa del pericolo in tempo reale ai controllori.

Affinchè questo software fosse in grado di discriminare autonomamente se la scena ripresa dalle videocamere sia regolare o causa di pericolo, se costituita dal tentativo di intrusione di un soggetto in movimento o, ancora, dovuta ad un qualche ostacolo (a sua volta dovuto a fenomeni naturali o indotto dall’uomo), gli esperti del CNR di Pozzuoli hanno messo a punto un sistema di sensori virtuali che, applicati all’immagine rilevata ed elaborata ogni 0,25 secondi, produce una serie di segnali che vengono valutati da una rete neurale addestrata al riconoscimento delle potenziali situazioni a rischio.

La prima sperimentazione di Isidis è avvenuta in una galleria ferroviaria nazionale che ha consentito, in questi primi mesi del 2006, di poter testare, 24 ore su 24, l’efficacia del software, e di poter ingegnerizzare il sistema adattandolo alle specifiche esigenze. Richieste ulteriori di sperimentazione sono giunte anche da altri settori a rischio, quale quello delle acciaierie, ma anche da siti archeologici, sempre più orientati alla salvaguardia dei beni culturali.

Copyright © - Riproduzione riservata
Isidis: videosorveglianza innovativa per gallerie e settori a rischio Edilone.it