Insediamenti umani: a ottobre Napoli ospita il World Habitat Day | Edilone.it

Insediamenti umani: a ottobre Napoli ospita il World Habitat Day

image_pdf

Napoli al centro della cultura e dello sviluppo ambientale del pianeta. Il 2 ottobre prossimo il capoluogo campano ospiterà la Giornata mondiale dell’organizzazione delle Nazioni Unite sul tema «Città attrattori di speranza», il programma Onu che si occupa di sostenibilità ambientale e conservazione dell’habitat naturale e storico.

Presentata a Napoli la manifestazione che si celebra ogni anno, dal 1986, il primo lunedì del mese di ottobre in una sede scelta da Un-Habitat, il programma Onu per aiutare i processi di sviluppo delle nazioni più povere, ma anche di quelle più sviluppate.
La Commissione Habitat venne costituita nel 1978 a Vancouver nell’ambito del primo congresso delle Nazioni Unite sugli insediamenti umani ‘habitat I’.
In quell’occasione fu sottoscritto un primo documento politico sugli insediamenti umani e sulle risorse del mondo, noto come ‘dichiarazione di Vancouver’, articolato sui principi fondamentali di eguaglianza, giustizia sociale , solidarietà e dignità umana. Nel decorrere del tempo in ogni città che ha ospitato il ‘World Habitat Day’ si sono messi in campo questi valori fondamentali.
La scelta di Napoli per l’anno 2006 porta, per la prima volta, l’evento in una città dell’Europa meridionale e costituisce un riconoscimento del ruolo della città come ‘baricentro’ dell’Europa meridionale ed elemento di cerniera e dialogo con i Paesi del bacino del Mediterraneo.
La città partenopea entra di diritto così in un ristretto numero di capitali importanti dove la manifestazione ha avuto luogo, da Rio de Janeiro a Nairobi e Giakarta, ultima sede della manifestazione nel 2005.
Alla presentazione dell’evento partenopeo, avvenuta nella sede del Comune di Napoli, sono intervenuti il sindaco Rosa Russo Iervolino, Paul Taylor, direttore di Un-Habitat presso l’Unione Europea e coordinatore generale del World Habitat Day, e l’assessore comunale all’Edilizia Amedeo Lepore.
La candidatura di Napoli come prossima sede della manifestazione è stata portata avanti anche dalle bellezze naturali e storiche presenti in città, come uno dei centri storici più grandi e imponenti del mondo, inserito tra i siti tutelati dall’Unesco. ‘Produrremo uno sforzo massimo – assicura il sindaco – per accogliere nel modo migliore la manifestazione’.
A chiudere la presentazione il Direttore di Un-Habitat: ‘L’Habitat viene inteso come agenzia della Nazioni Unite dove si prefiggono due funzioni, che posso così riassumere: organizzare l’attività di sviluppo urbano e aumentare la consapevolezza dell’importanza dello sviluppo delle città. Poniamo al centro delle nostre attività delle città che sono poli di sviluppo economico e di attrazione di speranza, portando avanti il tema di cui si discuterà quest’anno.
Un tema che è il frutto di un riflessione che riconosce le città come luogo centrale per la risoluzione dei problemi di sviluppo e per l’eliminazione delle differenze sociali ed economiche delle popolazioni mondiali’.

Copyright © - Riproduzione riservata
Insediamenti umani: a ottobre Napoli ospita il World Habitat Day Edilone.it