Un elettrodotto sottomarino per l'energia eolica | Edilone.it

Un elettrodotto sottomarino per l’energia eolica

wpid-16739_eolico.jpg
image_pdf

Dopo aver ottenuto il via libera dal Consiglio dei ministri dell’Albania, sarà un gruppo italiano – Gruppo Moncada Costruzioni di Agrigento, quinto produttore italiano di energia eolica – a realizzare e gestire un elettrodotto sottomarino da installare fra la costa italiana e quella albanese, della tensione di 400 kV.

Tra le nuove fonti energetiche rinnovabili a impatto zero una delle più interessanti risposte al problema energetico viene infatti dall’ energia eolica. Il progetto da 240 milioni di euro prevede la costruzione di un elettrodotto della lunghezza di 145 chilometri, di cui 14 km interrati nel suolo italiano, 1 km nel suolo albanese e 130 km sottomarini. Sarà posto sul fondale del Canale d’Otranto, tra Valona e Brindisi Sud, sino a circa 900 metri di profondità. L’obiettivo della nuova linea, destinata all’import/export di energia con la Penisola Balcanica, è favorire in particolare l’importazione in Italia dell’energia eolica che il Gruppo Moncada genererà sul suolo Albanese.

L’elettrodotto sarà, infatti, collegato a una centrale eolica già autorizzata a dicembre scorso dall’esecutivo albanese che con la sua capacità prevista di 500 MW costituirà la più grande centrale eolica mai costruita in Europa, con un investimento di 750 milioni di euro.

Il progetto della Società aveva già ottenuto i pareri favorevoli dei Gestori della Rete di Trasmissione dei rispettivi Paesi (Terna per l’Italia e OST per l’Albania) ed il parere favorevole dell’Autorità per l’Energia albanese (ERE).

Copyright © - Riproduzione riservata
Un elettrodotto sottomarino per l’energia eolica Edilone.it