Sviluppo dei sistemi energetici nel bacino del Mediterraneo: Il nuovo Piano d’azione | Edilone.it

Sviluppo dei sistemi energetici nel bacino del Mediterraneo: Il nuovo Piano d’azione

wpid-16644_259_medreg.jpg

Investimenti infrastrutturali e nuovi collegamenti transfrontalieri sono gli obiettivi del piano d’Azione 2010-2012 approvato da ventidue Regolatori dell’energia dei Paesi del Mediterraneo (Medreg).

L’obiettivo è quello di rafforzare il coordinamento e la cooperazione internazionale per realizzare quadri regolatori sempre più stabili ed armonizzati, e convenienti rapporti commerciali fra Paesi consumatori, di transito o produttori di risorse energetiche.

All’incontro dell’Assemblea Generale che si è tenuta la scorsa settimana a Nicosia presieduto dall’ing. Alessandro Ortis, Presidente dell’Autorità italiana e di MEDREG, hanno partecipato anche il Ministro cipriota del commercio, industria e turismo, Antonis Paschalides, ed esponenti della Commissione Europea.

“Con il nuovo Piano triennale – ha sottolineato Ortis – daremo priorità alle iniziative che promuovano un potenziamento delle interconnessioni mediterranee per elettricità e gas; che consentano di progredire in termini di tutela dei consumatori e dell’ambiente. In questo senso MEDREG contribuirà anche allo sviluppo della Confederazione Internazionale dei Regolatori per l’energia (ICER), recentemente costituita unendo le Associazioni dei Regolatori di tutti i continenti e che ha già predisposto un documento comune per l’imminente Summit di Copenhagen sul cambiamento climatico”.

Il MEDREG riunisce i Regolatori di Albania, Algeria, Autorità Palestinese, Bosnia-Erzegovina, Cipro, Croazia, Egitto, Francia, Giordania, Grecia, Israele, Italia, Malta, Marocco, Montenegro, Portogallo, Slovenia, Spagna, Tunisia e Turchia. L’obiettivo dell’Associazione è la promozione di un quadro normativo e regolatorio comune, stabile e armonizzato con quello dell’Unione Europea, contribuendo così alla creazione di un mercato allargato dell’energia e favorendo gli investimenti per lo sviluppo dei sistemi energetici nel bacino del Mediterraneo, in termini di sicurezza, economicità e tutela ambientale.

L’attuazione del nuovo Piano MEDREG 2010-12, è affidata a 4 Gruppi di lavoro: gruppo tematiche istituzionali; gruppo elettricità; gruppo gas; gruppo ambiente, fonti energetiche rinnovabili ed efficienza energetica.

Copyright © - Riproduzione riservata