Sole, vento e gas naturale per la prima centrale elettrica ibrida | Edilone.it

Sole, vento e gas naturale per la prima centrale elettrica ibrida

wpid-346_nuovaGEFlexEfficiency.jpg
image_pdf

Sole, vento e gas naturale sono i tre elementi al centro dell’ultima innovazione messa a punto da General Electric in collaborazione con la californiana eSolar: la centrale elettrica ibrida FlexEfficiency, che è stata scelta dalla società turca MetCap Energy Investments per un nuovo impianto che verrà realizzato a Karaman.

Si tratta della prima centrale al mondo di questo tipo, basata sull’integrazione tra energia eolica, gas naturale e solare termico, con l’obiettivo di fornire una soluzione energetica più pulita, con costi più contenuti e affidabile. L’impianto è costituito da una turbina a gas di nuova generazione, una turbina a vapore, un generatore, turbine eoliche per una potenza di 22 Mw e tecnologia solare termica concentrata per un totale di 50 Mw, tutto integrato con un sistema di controllo.

Tra le caratteristiche distintive di FlexEfficiency, l’assenza di scarico liquido, basse emissioni e una capacità di avviamento rapido pari a 28 minuti. Questo è possibile proprio grazie al sistema di controllo che prevede un unico tasto di avviamento per tutti i componenti della centrale.

L’impianto, che verrà costruito in Turchia nel 2015, includerà una turbina a gas, turbine eoliche da 22 megawatt e 25.000 specchi per raccogliere l’energia del sole, che produrranno 530 megawatt di elettricità, utili ad alimentare ben 600.000 abitazioni. Per la sua realizzazione General Electric ha investito 500 milioni di dollari in ricerca e sviluppo, che verranno ampiamente ripagati – secondo l’azienda – dai risultati finali. Secondo l’azienda, l’impianto turco raggiungerà un’efficienza del 69%, ma la nuova tecnologia offre la possibilità di superare anche la soglia del 70%.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sole, vento e gas naturale per la prima centrale elettrica ibrida Edilone.it