Siena completa il piano rifiuti con il termovalorizzatore di Fosci | Edilone.it

Siena completa il piano rifiuti con il termovalorizzatore di Fosci

wpid-termovalorizzatore_01.jpg
image_pdf

Con la realizzazione della terza linea del termovalorizzatore di Fosci, la Provincia di Siena, che è stata la prima a recepire il Piano regionale sui rifiuti, diventa anche la prima provincia toscana a completare la propria dotazione impiantistica.

Inaugurato ieri 25 settembre alla presenza degli amministratori senesi e della Regione Toscana, il nuovo termovalorizzatore di Fosci, nel comune di Poggibonsi, è prossimo ad entrare in funzione. Produrrà energia pari al consumo domestico di 43 mila abitanti, il 17% del fabbisogno della Provincia di Siena e sarà in grado di smaltire 70 mila tonnellate di rifiuti all’anno.

Il termovalorizzatore di Poggibonsi, pur in presenza di una raccolta differenziata che si prevede del 65% nel 2012 e il riciclo che rappresentano il perno centrale senese del trattamento dei rifiuti solidi urbani, avrà comunque un ruolo importante. Tratterà le frazione combustibili dei rifiuti indifferenziati che sono stati selezionati in precedenza nell’impianto delle Cortine, nel comune di Asciano, per cui le discariche avranno un ruolo residuale, come prevede la legge.

L’energia prodotta a Poggibonsi sarà rivenduta alla rete elettrica e permetterà l’abbattimento della tariffa di igiene ambientale, mentre saranno evitate emissioni di anidride carbonica per 35 mila tonnellate l’anno, che deriverebbero dall’utilizzo di altre fonti rinnovabili. Inoltre altri 100 mila Kilowatt di energia si ricavano dall’impianto fotovoltaico nei pressi del termovalorizzatore.

Il termovalorizzatore di Fosci è attivo già dagli anni ’70, ma lavori di potenziamento e ammodernamento (avviati nel 2006 e costati circa 30 milioni di euro) lo hanno trasformato in un impianto efficiente e dotato di tecnologie di ultima generazione.

Oggi la Provincia di Siena porta in discarica circa 74 mila tonnellate all’anno di rifiuti. Il termovalorizzatore rappresenta solo l’ultimo anello di una catena, quella del ciclo integrato dei rifiuti, che prevede anche il potenziamento della raccolta differenziata, per recuperare il massimo possibile di materia dai rifiuti. L’obiettivo della Provincia di Siena è raggiungere il 65% di raccolta differenziata entro il 2012. Oggi nel territorio provinciale la differenziata è ben oltre il 40%, ma il servizio sarà presto implementato anche grazie ad un potenziamento del ‘porta a porta’.

Copyright © - Riproduzione riservata
Siena completa il piano rifiuti con il termovalorizzatore di Fosci Edilone.it