Sicurezza e Building Automation, le imprese italiane crescono | Edilone.it

Sicurezza e Building Automation, le imprese italiane crescono

L'intero sistema delle imprese che si occupano di sicurezza e automazione ha incrementato il fatturato del 5% nel 2014

wpid-26786_antintrusione.jpg
image_pdf

L’industria della sicurezza e automazione in Italia è in buone condizioni: sistemi antintrusione, videosorveglianza, impianti di rilevazione automatica incendio e altre soluzione legate all’automazione per l’edilizia hanno aumentato il fatturato nel 2014, dopo tre anni di fila chiusi in positivo mentre molti altri settori pativano gli effetti della crisi.
A fare il punto sulla situazione è Anie Sicurezza, l’organismo in seno a Anie/Confindustria che rappresenta le imprese italiane della sicurezza e automazione. L’incremento del fatturato aggregato del sistema rispetto all’anno precedente è stato pari nel 2014 al 5%, con picchi nella segmentazione delle varie famiglie di prodotti che arrivano addirittura a raddoppiare questa percentuale dimostrando una capacità di tenuta superiore alla media del manifatturiero italiano. Il valore complessivo è di circa 2 miliardi di euro.
Il risultato complessivo è frutto di andamenti differenziati fra i diversi segmenti: la crescita più sostenuta la fa registrare la videosorveglianza, con un incremento su base annua vicino al 10%, grazie anche all’elevata attenzione all’innovazione e alla capacità di sviluppare al meglio le funzioni applicative rese disponibili dalle nuove tecnologie. Il segmento antintrusione ha mostrato nel confronto annuo un incremento vicino al 7%, beneficiando della crescente domanda di sicurezza espressa dal mercato. Più contenuta rispetto alla media del comparto la crescita del segmento antincendio, vicina al 2% annuo.
Anche nel comparto della sicurezza, l’export è stato un segmento di business importante nel corso dell’anno appena conclusosi. Fra i principali mercati esteri verso cui si sono orientate le azioni di internazionalizzazione delle imprese si annoverano in ambito extra europeo aree come Nord Africa, Africa Subsahariana e Medio Oriente.
Dal punto di vista della domanda, resta importante il contributo di mercati tradizionali quali la Pa, il retail e l’industria.  Tra le maggiori criticità riscontrate, i fenomeni di downpricing e i ritardati pagamenti, presenti in particolare nella componente dell’installazione e del service, che continuano in questo difficile contesto macroeconomico a riflettersi negativamente su margini e redditività delle imprese, non premiando adeguatamente l’elevata attenzione all’innovazione e al miglioramento della qualità dell’offerta che caratterizzano il comparto.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sicurezza e Building Automation, le imprese italiane crescono Edilone.it