Parco eolico a 2.300 metri di quota al Brennero | Edilone.it

Parco eolico a 2.300 metri di quota al Brennero

wpid-315_eolico.jpg
image_pdf

Pale eoliche installate a 2.300 metri di quota, dove l’ Alpine Jet, un vento che soffia costantemente, garantisce condizioni perfette per la produzione di energia elettrica. È questo il principio alla base del progetto di un nuovo parco eolico al Brennero, che verrà realizzato e gestito dalla società altoatesina Leitwind, insieme ad Ae, l’azienda energetica delle città di Bolzano e Merano.

Composto in tutto da 22 turbine, l’impianto sarà in grado di produrre 100 milioni di chilowattora di energia elettrica all’anno. La società altoatesina è estremamente convinta della bontà del progetto che, secondo il titolare Michael Seeber “Si rivelerà un sito di produzione di energia rinnovabile di grande efficienza e crediamo che possa diventare un corridoio verde, con la produzione di idrogeno grazie all’energia che verrà ricavata”.

L’innovativo progetto prevede infatti di destinare l’energia prodotta nelle ore notturne alla produzione di idrogeno, in modo da spingere l’Alto Adige in cima alla lista delle regioni virtuose dal punto di vista dell’energia pulita e del risparmio energetico.

Dotate di generatore sincrono a eccitazione permanente, le turbine saranno progettate per ridurre al minimo le perdite meccaniche e massimizzare il rendimento a tutti i regimi. Grazie al basso numero di giri dei pochi e avanzati componenti rotanti, l’impianto eolico si vuole distinguere per affidabilità, elevata produzione e minima usura.

Il sistema elettrico delle turbine consente inoltre il funzionamento dell’impianto anche in caso di arresto di uno dei componenti principali. Il sistema di controllo garantisce, grazie al numero di giri variabili e alla variazione del passo delle pale, un funzionamento ottimale sia a carico parziale che a pieno carico.

di O.O.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Parco eolico a 2.300 metri di quota al Brennero Edilone.it