Parchi eolici collegati in cluster | Edilone.it

Parchi eolici collegati in cluster

wpid-282_windenergy.jpg
image_pdf

Tra le fonti di energia alternativa, l’energia eolica è quella che meno ha dovuto subire la concorrenza del petrolio e dei suoi derivati e, negli ultimi anni, ha subito un vero e proprio boom. Ma gli impianti eolici soffrono grande handicap: producono energia intermittente in quanto la direzione e la forza del vento sono variabili.

La soluzione viene dalla Germania, e consiste nell’interconnettere diversi parchi eolici di grandi dimensioni in cluster, superando in questo modo i problemi di variazione del vento. Il progetto, denominato “Wind on the Grid” è del  Fraunhofer Institute for Wind Energy and Energy System Technology. Un gruppo di imprese industriali e organizzazioni di ricerca hanno unito le forze per studiare come le centrali eoliche sulla penisola iberica potrebbero essere tranquillamente integrate nella rete elettrica europea su larga scala.

I ricercatori hanno usato dei nuovi software per integrare nella rete elettrica cinque parchi eolici in Portogallo, con una capacità totale di 204 megawatt e sei in Spagna, con una capacità totale di 107 megawatt. L’integrazione è stata ottenuta tramite test in tempo reale in una varietà di condizioni atmosferiche.

 “Il software consente di mantenere costante la frequenza e la tensione della rete elettrica, garantendo così un funzionamento sicuro”, ha spiegato Kurt Roehrig, a capo del dipartimento presso la sede di Kassel dell’IWES. Questo sistema permetterà di ridurre i costi. Infatti, più è alto il numero di impianti installati, minore è il prezzo dell’energia.  

Copyright © - Riproduzione riservata
Parchi eolici collegati in cluster Edilone.it