Nuove sfide e opportunità per il fotovoltaico | Edilone.it

Nuove sfide e opportunità per il fotovoltaico

wpid-16617_292_fotovol.jpg
image_pdf

Nuove prospettive per il fotovoltaico: il triennio dal 2010 al 2012 si prospetta ricco di cambiamenti per l’industria europea dell’energia solare, che si dovrà confrontare con nuove sfide e grandi opportunità: l’allargamento del mercato, le revisioni dei meccanismi di incentivi in corso e un aumento della concorrenza da parte di un numero maggiore di Paesi.

Sono le conclusioni dello studio “Europe Solar PV Markets and Strategies: 2010-2025”, realizzato dalla società di consulenza sulle energie rinnovabili Emerging Energy Research (EER). Secondo la ricerca, il settore del fotovoltaico in Europa raddoppierà in 3 anni: la capacità installata totale salirà dai circa 16.000 MW del 2009 a quasi 32.000 nel 2012, per arrivare poi fino a 101.000 MW nel 2025.

Per quanto riguarda i meccanismi di incentivi governativi, i singoli Paesi stanno aggiornando i propri programmi (come il “conto energia” in Italia): “Questi programmi sono stati molto utili per far decollare il settore del fotovoltaico in Europa. Ora si stanno evolvendo rapidamente per definire sia le dimensioni sia il contenuto del mercato nel prossimo futuro”, ha spiegato Reese Tisdale, uno degli autori dello studio.

Infine, il panorama industriale vedrà una maggiore diversificazione a livello geografico: la Germania manterrà la sua solida posizione di leadership, ma nuovi mercati emergeranno sempre di più in altri Paesi, fra i quali il rapporto segnala in particolare Italia, Francia e Repubblica Ceca. Fra le società leader nel fotovoltaico su larga scala vengono citate Enel, EdF, Statkraft, Acciona ed E.ON, specificando che sono quello italiano e francese i mercati più promettenti. Infine l’Europa dovrà affrontare la concorrenza crescente dall’Asia e soprattutto della Cina che commercializza prodotti a basso costo.

Copyright © - Riproduzione riservata
Nuove sfide e opportunità per il fotovoltaico Edilone.it