La centrale mareomotrice più grande al mondo è vicino a Seoul | Edilone.it

La centrale mareomotrice più grande al mondo è vicino a Seoul

wpid-16562_353_corea.jpg
image_pdf

Con una capacità totale di 254 MW, la stazione del lago salmastro Sihwa, vicino a Seoul in Corea del Sud, si aggiudica il primato di impianto più grande al mondo per lo sfruttamento delle maree, finora detenuto dalla francese Rance Tidal Power Station, in grado di fornire 240 MW di potenza.

Inaugurata all’inizio del mese di agosto, la centrale è entrata in funzione dopo sette anni di lavori: dei 10 generatori, per il momento sei sono attivi, mentre le rimanenti 4 unità saranno implementate a tappe dopo un periodo di prova che terminerà a dicembre di quest’anno. A pieno regime, l’impianto sarà in grado di fornire energia elettrica sufficiente ad alimentare una città con una popolazione di 500.000 abitanti.

Non solo, permetterà alla Corea del Sud di risparmiare oltre 860.000 barili di petrolio o 100 miliardi di won, pari a circa 93 milioni di dollari, in un anno, e al contempo di ridurre le emissioni di anidride carbonica di 320.000 tonnellate.

La centrale mareomotrice è ospitata su un bacino artificiale di 30 km2 realizzato con una diga di 12,6 km, inizialmente concepito come serbatoio d’acqua dolce da destinare ad usi agricoli e alla mitigazione delle alluvioni. Poi il forte livello di inquinamento della zona ha fatto cambiare idea al Governo che ha deciso di riaprire le chiuse alla circolazione dell’acqua marina.

Il bacino, a sigillo della bocca della baia, era stato inizialmente; tuttavia il massiccio inquinamento della zona ha ben presto costretto il Governo ad abbandonare il piano originale, riaprendo le chiuse alla circolazione dell’acqua marina per tentare di risanare il lago.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
La centrale mareomotrice più grande al mondo è vicino a Seoul Edilone.it