Inaugurata la più grande centrale solare d’Europa | Edilone.it

Inaugurata la più grande centrale solare d’Europa

wpid-16651_250_centralesolare.jpg
image_pdf

Grazie ai fondi destinati all’innovazione energetica, è stata inaugurata, in Spagna, vicino Siviglia, la più grande centrale solare a collettori mai costruita in Europa. Il Commissario Europeo per l’Energia, Andris Piebalgs, presenziando l’inaugurazione, insieme al Re di Spagna Juan Carlos e di sua moglie Sofia, ha sottolineato come la centrale sia una risposta appropriata alle sfide cui siamo confrontati in materia di cambiamento climatico e di energia.

La superficie della struttura è ricoperta da 1.255 eliostati, ciascuno dei quali ha un’area pari a 1.291 mq, questi riflettono la luce solare ad un ricevitore montato su una torre di riferimento che, dai suoi 160 metri di altitudine, utilizzerà le radiazioni solari per produrre vapore, a sua volta mutato in energia elettrica.

La centrale sfrutta, infatti, centinaia di specchi che seguono il sole indirizzandone i raggi verso un punto situato su un’alta torre. Il calore scalda l’acqua che diventa vapore andando a muovere una turbina che produce elettricità. Tutto il calore in eccesso viene “conservato” grazie a un particolare fluido che riesce a mantenere a lungo alte temperature.

 La centrale che prende il nome di PS20, sorge su alture pressoché aride e deserte, non molto lontano da un altro impianto simile, il PS10, cofinanziato dal programma di ricerca dell’Unione europea ”è un buon esempio dell’effetto moltiplicatore degli sforzi della ricerca dell’Unione europea” sottolinea il commissario.

Grazie all’energia pulita prodotta sarà garantita la fornitura d’elettricità necessaria ad alimentare 10.000 appartamenti e si taglieranno le emissioni di circa 12.000 tonnellate di CO2 l’anno. Il PS20, con una capacità installata di 20MW, è il secondo di questo tipo costruito a fini commerciali.

Piebalgs ha confermato la resa positiva che l’attività solare recherà a livello nazionale, soprattutto con la speranza di rappresentare un modello per tutti i paesi industrializzati. Questi devono poter incoraggiare lo sviluppo di energie da fonti rinnovabili il cui target, prefissato dal Pacchetto Clima per il 2020, è del 20% sul totale dei consumi finali.

Da oltre dieci anni nel quinto e nel sesto programma di ricerca UE sono stati, infatti, stanziati 25 milioni di euro per finanziare dei progetti in grado di mettere a punto, validare, dimostrare e diffondere le differenti tecnologie per le centrali solari a concentrazione (CPS). Ma non solo, il finanziamento di Bruxelles ha dato il via alla mobilitazione di importanti capitali privati che, rappresentano dieci volte gli investimenti del programma di ricerca.

Copyright © - Riproduzione riservata
Inaugurata la più grande centrale solare d’Europa Edilone.it