In Basilicata emanata una legge regionale che vieta il nucleare | Edilone.it

In Basilicata emanata una legge regionale che vieta il nucleare

wpid-16638_270_nucleare.jpg
image_pdf

In Basilicata non possono essere installati impianti di produzione di energia elettrica nucleare. La norma che dice no al nucleare in Basilicata è stata inserita nel Piano di indirizzo energetico e ambientale (PIEAR) approvato dal Consiglio regionale.

La regione intende assicurare una gestione sostenibile delle risorse energetiche, attraverso una razionalizzazione dell’intero comparto ed una politica che incentiva la riduzione dei consumi e favorisce le produzioni di energia da fonti rinnovabili.

E per raggiungere questi obiettivi, il Piano prevede, entro il 2020 l’installazione complessiva di una potenza pari a circa 1500 Mw, ripartita fra le diverse fonti energetiche (60 per cento eolico, 20 per cento solare termodinamico e fotovoltaico, 15 per cento biomasse, 5 per cento idroelettrico) con una produzione di energia elettrica corrispondente ad oltre 2000 Gwh, che consentirà di raggiungere una sicura autosufficienza rispetto ai consumi regionali.

Il Piano prevede, inoltre, la creazione di un “distretto energetico” in Val d’Agri, finalizzato principalmente all’insediamento di imprese innovative specializzate nella produzione di componenti di impianti e materiali del settore energetico, nonché di enti e soggetti capaci di svolgere ricerca ed alta formazione. Il PIEAR stabilisce anche il regime delle autorizzazioni, la cui procedura varia a seconda della potenza e della tipologia degli impianti.

“La Basilicata ha fatto la scelta di dotarsi di una legge che preclude la possibilità di installare centrali e depositi nucleari” dichiara il vice presidente della Regione e assessore all’Ambiente, Vincenzo Santochirico, “Si tratta di una risposta chiara, netta, al tentativo del Governo di espropriare i territori della loro capacità di decidere in una materia decisiva per lo sviluppo e per il futuro. Vogliamo evitare il rischio che nella nostra terra arrivino scorie radioattive, come sarebbe potuto accadere nel 2003 se la grande mobilitazione popolare non avesse fermato il Governo; abbiamo scelto, invece, di percorrere la strada delle energie rinnovabili”

Copyright © - Riproduzione riservata
In Basilicata emanata una legge regionale che vieta il nucleare Edilone.it