Il Piemonte dice no al fotovoltaico che deturpa il paesaggio | Edilone.it

Il Piemonte dice no al fotovoltaico che deturpa il paesaggio

wpid-16614_295_impianti.jpg
image_pdf

È stato approvato dalla Giunta regionale un disegno di legge per regolamentare l’utilizzo del territorio per ospitare impianti fotovoltaici a terra. Il testo passa ora all’esame del Consiglio.

“Questa Giunta sta lavorando per la definizione di nuovi strumenti di incentivazione al fotovoltaico sulla superficie di edifici e in aree marginali. È fra le nostre priorità porre un freno al proliferare di questi impianti su terreni agricoli e con vincoli territoriali. In questi anni c’è stata un’eccessiva crescita di tali installazioni, che hanno deturpato intere aree del territorio piemontese. Si impone quindi una regolamentazione” osserva l’assessore all’Energia, Massimo Giordano.

Anche la Conferenza unificata Stato-Regione-Autonomie locali intende adottare le linee guida nazionali con le quali viene riconosciuto alle Regioni l’obiettivo di salvaguardia dei territori, disciplinando il corretto sviluppo delle energie da fonti rinnovabili. “Il problema di disciplinare questo utilizzo è comune a tutti – rileva Giordano – Noi abbiamo deciso di intervenire con un disegno di legge, su cui stiamo lavorando, perché da molti anni attendiamo l’approvazione delle linee guida a livello nazionale”.

“Come è nostra abitudine – conclude l’assessore – intendiamo sottoporre il testo del disegno di legge a tutti gli attori interessati, con particolare riferimento alle amministrazioni locali e al mondo dell’agricoltura”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il Piemonte dice no al fotovoltaico che deturpa il paesaggio Edilone.it