I nuovi pannelli solari che si collegano direttamente alla rete domestica | Edilone.it

I nuovi pannelli solari che si collegano direttamente alla rete domestica

wpid-16625_283_pannellicasa.jpg
image_pdf

Il fotovoltaico continua ad essere un settore in forte evoluzione. L’ultimo nato nel settore della ricerca è un modulo fotovoltaico in grado di fare a meno degli inverters. È il progetto dello stabilimento della multinazionale St Microelettronics di Catania proprio dove, grazie all’accordo stipulato con Enel e Sharp sorgerà, entro i primi mesi del 2011, la più grande fabbrica di pannelli solari del mezzogiorno d’ Italia.

Si tratta di uno studio che prevede l’applicazione al pannello fotovoltaico di diversi sistemi di controllo che gli permetterebbero di avere una resa maggiore: non disperderà  energia nelle fasi di “trasferimento” della corrente da continua ad alternata ed avrà anche un antifurto incorporato. Ma, soprattutto, potrà essere collegato agli elettrodomestici di casa, alimentandoli direttamente, senza bisogno di un convertitore.

L’innovazione che caratterizza il pannello, infatti, è quella di avere un circuito già dotato di un miniconvertitore all’interno del modulo stesso, che converte l’energia prodotta dalle celle direttamente in corrente alternata permettendo in questo modo di collegare l’energia prodotta direttamente alla rete elettrica domestica senza passaggi ulteriori.

Ma non solo, la produzione di energia elettrica è massimizzata grazie all’adattamento alle condizioni esterne cioè anche quando l’irraggiamento solare è più scarso per la nuvolosità, ombreggiamenti o sporcizia depositata.

Anche la dispersione di energia è  minima: riuscendo a funzionare a temperature minori dei tradizionali pannelli, aumentando l’efficienza media al 97%. L’Etna Valley si conferma dunque protagonista del fotovoltaico made in Italy.

Copyright © - Riproduzione riservata
I nuovi pannelli solari che si collegano direttamente alla rete domestica Edilone.it