Eolico offshore: record nel 2010 con 1.136 nuove turbine | Edilone.it

Eolico offshore: record nel 2010 con 1.136 nuove turbine

wpid-16590_324_eolicooffshore.jpg
image_pdf

L’energia eolica offshore ha stabilito nel 2010 un nuovo record di sviluppo. I dati presentati a Bruxelles dall’European wind energy association (Ewea)parlano chiaro. Le 308 installazioni offshore realizzate nel corso dell’anno hanno portato 883 MW di nuova capacità, pari a un incremento del 51% della capacità totale che tocca ora i 2.964 MW.

I nuovi impianti, composti da 1.136 turbine per un valore di circa 2,6 miliardi di euro, hanno interessato 5 Paesi e 9 parchi eolici con 2,9 milioni di famiglie che vedono soddisfatto il loro fabbisogno medio di elettricità attraverso l’energia fornita dal vento.

“Le prospettive per il futuro sono rosee – informano da Ewea – nel 2011 una nuova capacità tra i 1.000 e 1.500 MW di offshore sarà completamente collegata alla rete, contro gli 883 MW del 2010”.

In Europa sono attualmente in costruzione 10 nuovi parchi eolici, per un totale di 3000 MW e i dati contenuti nel rapporto Ewea rivelano che è già stato dato il pieno accordo per la realizzazione di 19.000 MW di nuova energia offshore. Se verranno realizzati genereranno 66,6 Terawatt di elettricità in un anno, sufficienti per sopperire alle necessità di 14 grandi metropoli europee, tra cui Parigi, Londra e Berlino.

Tra i vari paesi europei, la Gran Bretagna si attesta come leader europeo – oltre che mondiale – nella produzione di eolico offshore con una capacità totale di 1.342 MW, seguita da Danimarca (854 MW), Olanda (249 MW), Belgio (195), Svezia (164), Germania (92), Finlandia (26), Irlanda (25), Norvegia (2,3 MW). L’Italia non è presente in graduatoria, a conferma delle difficoltà che incontra questa tipologia di eolico nel nostro paese.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Eolico offshore: record nel 2010 con 1.136 nuove turbine Edilone.it