Energie rinnovabili e paesaggio: al via il concorso internazionale | Edilone.it

Energie rinnovabili e paesaggio: al via il concorso internazionale

wpid-443_energiapulitaperleisoleminoriitaliane.jpg
image_pdf

Come ottenere efficienza e risparmio energetico nel rispetto delle peculiari caratteristiche del paesaggio mediterraneo? Come coniugare l’impiego delle energie rinnovabili nelle isole minori e nelle aree marine protette italiane?

È questa la sfida lanciata dall’associazione Marevivo con l’edizione 2013 del concorso  internazionale di idee “Sole vento e mare per le isole minori e le aree marine protette italiane”, realizzato in collaborazione con Gse (Gestore dei servizi energetici), Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), Citera (Centro di ricerca interdisciplinare territorio edilizia restauro ambiente) dell’Università di Roma La Sapienza, ministero per i Beni e le Attività Culturali, ministero dell’Ambiente.

Come per le passate edizioni, le protagoniste sono le isole minori italiane e le aree marine protette, intese come possibili laboratori naturali per l’utilizzo delle energie rinnovabili: il concorso premierà, infatti, idee e proposte progettuali – contraddistinte da forte innovazione e mirate all’efficienza, al risparmio energetico, che si possono attuare nel rispetto delle peculiari caratteristiche del paesaggio mediterraneo.

A contraddistinguere l’edizione 2013 è il coinvolgimento diretto e attivo dei Comuni delle piccole isole, che ha dato una connotazione territoriale più marcata al progetto. Un questionario ad hoc, in formato multimediale, è stato predisposto dall’Enea per intercettare gli interventi e i campi d’azione ritenuti prioritari dai Comuni delle isole minori. Il Giglio, Capri, Ischia, Ponza, Carloforte, Capoliveri, Santa Marina Salina sono le prime isole che si sono mobilitate per il progetto. Le aree portuali, l’illuminazione pubblica, gli edifici, la mobilità sostenibile a terra e in mare e i fari sono i settori d’intervento individuati.

Al bando di concorso internazionale possono partecipare architetti, ingegneri, industrial designer, studi o gruppi professionali, società di progettazione o equivalenti nei diversi paesi di appartenenza. I premi sono distinti a seconda della tipologia di progetto – ‘mobilità sostenibile a terra ed in mare’, ‘aree portuali’, ‘illuminazione pubblica’, ‘edifici’, e ‘fari’ – e saranno consegnati ai vincitori nell’ambito di una manifestazione aperta al pubblico alla presenza della giuria e dei promotori di questa iniziativa.

I progetti dovranno essere presentati entro il 30 settembre 2013 al seguente indirizzo: Gestore dei Servizi Energetici – Gse Spa, viale Maresciallo Pilsudski, 92, 00197 Roma, nelle seguenti modalità: mezzo posta, mezzo corriere o a mano. Il Gse, segreteria tecnica del concorso, metterà a disposizione dei partecipanti la casella di posta concorsoidee@gse.it per chiarimenti e comunicazioni sul bando.

Scarica il bando

Scarica la scheda di iscrizione

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Energie rinnovabili e paesaggio: al via il concorso internazionale Edilone.it