Efficienza energetica: Italia al terzo posto

wpid-397_nuovacertificazione.jpg

Tra le prime 12 economie del mondo, è la Gran Bretagna a guadagnarsi il primo posto per le politiche in materia di efficienza energetica. Ad affermarlo è l’ultimo rapporto dell’American council for an energy-efficient-economy (Aceee), pubblicato dal Guardian, che ha esaminato la riduzione dei consumi e delle emissioni nel settore residenziale, nell’industria e nei trasporti.

Nella classifica redatta dall’associazione americana, l’Italia si colloca al terzo posto dopo la Germania e seguita, nell’ordine da Giappone, Francia, Unione Europea, Australia, Cina, Stati Uniti, Brasile, Canada e Russia.

Tra i parametri presi in considerazione per redigere la graduatoria, l’adozione di target nazionali di aumento dell’efficienza energetica, la presenza di norme per promuovere l’edilizia sostenibile, l’erogazione di incentivi, le politiche di riduzione dei consumi nei vari comparti industriali, i servizi di trasporto pubblico, l’efficienza degli impianti per la produzione di energia.

In questo contesto la prima classificata ha ottenuto un punteggio complessivo di 67/100, soprattutto per le politiche di efficientamento del settore industriale e di quello dei trasporti. I parametri che hanno fatto guadagnare alla Penisola un posto sul podio sono, in particolar modo, il sistema di trasporti sostenibile e l’efficienza degli edifici.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata