Costruzione impianti: ripresa nel 4° trimestre 2006 | Edilone.it

Costruzione impianti: ripresa nel 4° trimestre 2006

wpid-16809_elettricita4.jpg
image_pdf

Segnali di ripresa per il settore emergono dai dati riferiti all’ultimo trimestre dell’anno appena concluso, contenenti anche le stime di mercato delle imprese associate per i primi tre mesi del 2007, pubblicati dall’Osservatorio permanente di Assistal, associazione nazionale costruttori di impianti.

Dai risultati si evidenzia un avvio di ripresa rispetto ai valori che hanno caratterizzato tutto il resto del 2006. Questo fattore positivo si registra soprattutto in riferimento alla liquidità aziendale, all’occupazione e al valore delle commesse acquisite nonostante si riducano in termini numerici rispetto al terzo trimestre dello stesso anno. Il 34% delle imprese intervistate evidenzia un portafoglio ordini in aumento contro un pur consistente 32% che registra una diminuzione dei propri ordini.

Nel complesso, il 2006 chiude meglio del 2005, quando le stime e le previsioni erano per lo più improntate su valori negativi, ma le previsioni degli imprenditori in riferimento ai primi tre mesi del 2007 sono orientate ad un diffuso pessimismo che si traduce in una stima di stagnazione economica per oltre la metà delle imprese impiantistiche.

Segnali confortanti giungono anche dall’analisi dei dati relativi all’occupazione che vedono quasi raddoppiare (dall’8% al 15%) il numero di aziende che hanno assunto nuovo personale. Si va inoltre stabilizzando la percentuale delle imprese che dichiarano una riduzione del numero dei propri addetti.

Dal punto di vista della distribuzione geografica dell’andamento economico delle costruzioni di impianti, il dato più significativo lo si registra al Sud dove le imprese impiantistiche riescono a risollevarsi dalle pessime performance ottenute nel trimestre precedente. Oltre la metà di queste incrementa, infatti, il numero e il valore complessivo delle commesse acquisite. Più contenuta, ma comunque presente, anche la ripresa del Centro Italia, segnato in particolar modo da un aumento del portafogli ordini.

In lieve controtendenza il Nord in cui aumenta debolmente il numero d’imprese che peggiorano sia il valore che il numero delle proprie commesse.

Tra i vari comparti del settore, i dati portano alla luce un rallentamento dei settore termico, che nel terzo trimestre del 2006 aveva riportato ottimi risultati, cui fanno da contrappasso le telecomunicazioni, al contrario, contraddistinti da chiari segnali di ripresa denunciati da oltre il 60% del campione che, sebbene registri una riduzione del numero delle commesse, aumenta sensibilmente il valore complessivo dei lavori effettuati nell’ultimo periodo dell’anno. Anche il comparto elettrico registra un moderato miglioramento della propria situazione attraverso una crescita dei fatturati e una contrazione del numero di imprenditori che segnalano una situazione economica negativa o in peggioramento.

In generale, secondo i valori dell’Osservatorio Assistal, le imprese che riescono a trarre maggiori benefici dalla congiuntura positiva e che percepiscono più direttamente la ripresa sono quelle di dimensioni più rilevanti e con una struttura più complessa ed articolata. Ben 4 su 10, tra queste realtà, aumentano il proprio portafoglio ordini nel periodo di riferimento.

Le medie imprese (con un numero di dipendenti compreso tra 11 e 35) vedono aumentare contemporaneamente sia le realtà in miglioramento che quelle in peggioramento. Saranno i primi mesi del 2007 a chiarire quale delle due tendenze si confermerà per questa tipologia aziendale.

Stesse indicazioni anche per le piccole imprese che vedono un aumento del valore totale delle proprie commesse pur in presenza di una contrazione del numero assoluto di quest’ultime.

Copyright © - Riproduzione riservata
Costruzione impianti: ripresa nel 4° trimestre 2006 Edilone.it