Algeria: gas naturale, accordo raggiunto con l'Italia | Edilone.it

Algeria: gas naturale, accordo raggiunto con l’Italia

wpid-metanodotto.jpg
image_pdf

E’ stato sottoscritto un accordo il 15/11/2006 tra l’Edison e l’algerina Sonatrach (ente nazionale idrocarburi), per l’approvvigionamento di 2 miliardi di metri cubi annui di gas naturale che si aggiungono ai 2 miliardi di metri cubi all’anno già acquisiti in relazione al potenziamento del gasdotto Transmed. Secondo quanto concordato alla presenza del Presidente della Repubblica d’Algeria Abdelaziz Bouteflika e del Presidente del Consiglio Romano Prodi, la nuova capacità sarà resa disponibile attraverso il gasdotto Galsi, che collegherà l’Algeria alla Sardegna e alla Toscana e il cui progetto è in fase di sviluppo.

L’erogazione di gas avrà una durata di 15 anni. Il metanodotto Galsi si svilupperà per circa 900 chilometri, di cui più di 300 nelle acque profonde oltre 2500 metri fra Algeria e Sardegna. Avrà una capacità di trasporto pari a 8 miliardi di metri cubi all’anno, di cui una quota sarà destinata alla metanizzazione della Sardegna, mentre la parte restante sarà immessa nella rete nazionale di trasporto del gas.

Anche il Gruppo Hera, attraverso la controllata Hera Trading, è tra i soci fondatori della società Galsi, che ha mosso i primi passi del progetto per la realizzazione di un metanodotto tra Italia e Algeria nel 2002.

Copyright © - Riproduzione riservata
Algeria: gas naturale, accordo raggiunto con l’Italia Edilone.it