Agevolazioni alle rinnovabili di impianti vari | Edilone.it

Agevolazioni alle rinnovabili di impianti vari

wpid-eolico.jpg
image_pdf

Il ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha reso pubblico con un comunicato dello scorso 7 febbraio edito sul proprio sito ufficiale, la sigla di un Protocollo d’intesa con il presidente del Coni, Petrucci, per la diffusione delle fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale negli impianti sportivi.
Si tratta di un documento in linea con gli indirizzi comunitari (direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico nell’edilizia e direttiva 2006/32/CE sull’efficienza degli usi finali dell’energia) che richiedono agli Stati membri di prevedere che gli edifici pubblici siano d’esempio in termini di impatto ambientale.

L’obiettivo del Protocollo Coni, firmato dal Ministro Pecoraro Scanio e il Presidente del CONI Petrucci, ha l’obiettivo di attuare le richiamate direttive nazionali ed europee, ottenendo i seguenti risultati:
elevato risparmio energetico e ambientale: tra gli edifici di proprietà pubblica, quelli adibiti ad uso sportivo sono caratterizzati da rilevanti consumi sia di energia elettrica che di energia termica per la produzione di acqua calda sanitaria per le docce, il riscaldamento delle piscine.
elevata visibilità e valore sociale: gli impianti sportivi e quindi le strutture di proprietà e gestione di CONI Servizi, con particolare riguardo allo Stadio Olimpico, ai centri di preparazione olimpica e al complesso del Foro Italico, costituiscono un patrimonio potenziale sia in termini di alta visibilità e valore sociale sia per veicolare in tutti gli impianti sportivi, pubblici e privati, buone pratiche legate alle fonti rinnovabili, al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale.

A tal fine, il Protocollo CONI ha previsto un cofinanziamento al 50% fra Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e CONI con uno stanziamento del MATTM di 1 milione di euro per l’anno 2007, per l’avvio delle seguenti attività:
– avvio di analisi energetiche delle strutture sportive;
– avvio di interventi di solarizzazione su alcune strutture (es: complesso dell’Acqua Acetosa, complesso del parco del Foro Italico, con particolare riguardo alla realizzazione del nuovo Stadio Centrale del Tennis per gli Internazionali del 2009);
– corsi di formazione sulle rinnovabili per gli operatori dell’impiantistica sportiva;
– definizione di regole e specifiche tecniche per la realizzazione di impianti solari negli impianti sportivi.

Tale Protocollo di intesa con il CONI è solo una parte di un programma più ampio a favore delle energie rinnovabili che il Ministero ha messo in campo per il 2007 e che prevede che prevede circa 60 milioni di euro di finanziamenti, suddivisi in vari bandi, qui di seguito elencati:
Piccole e medie imprese: 25,8 milioni di euro cui potranno accedere le piccole e medie imprese a partire dal 26/02/2007, anche raggruppate in consorzi e società consortili che alla data di presentazione della domanda hanno chiuso ed approvato almeno un bilancio su base annuale e che intendono realizzare interventi ricadenti nelle stesse imprese.
– Istituti penitenziari: 774.685,35 euro. Solarizzazione degli istituti penitenziari nell’ambito del Protocollo di intesa con il ministero della Giustizia attraverso la realizzazione di 5.000 mq di impianti solari termici per la produzione di acqua calda.
– Parchi: 1,3 milioni di euro. Bando nazionale per la diffusione delle fonti rinnovabili ed il risparmio energetico nelle aree protette.
– Enti pubblici: 10,3 milioni di euro. Bando nazionale per la realizzazione di impianti di solare termico negli enti pubblici.
– Scuola: 4,6 milioni di euro. Bando nazionale rivolto alle scuole superiori per l’installazione di impianti fotovoltaici e l’analisi energetica degli edifici.
– Architettura: 2,6 milioni di euro. Bando nazionale per la diffusione del fotovoltaico negli edifici pubblici ad altro pregio architettonico.
– Ricerca: 10 milioni di euro. Bando nazionale per sostenere progetti di ricerca in materia di produzione, distribuzione e stoccaggio dell’idrogeno da fonti rinnovabili in aree urbane.
Audit energetico: 1,5 milioni di euro. Bando nazionale rivolto alle Esco e ai distributori di energia per campagne di informazione e l’analisi energetica degli edifici pubblici.
Casa ecologica: 1 milione di euro. Accordo di programma per interventi di promozione dell’architettura sostenibile e dell’ efficienza energetica realizzati da soggetti pubblici e privati.
Impianti sportivi: 1 milione di euro. Protocollo di intesa con il Coni finalizzato all’analisi energetica dei consumi negli impianti sportivi e per la diffusione delle fonti rinnovabili nelle strutture.
Convenzioni: 900.677 euro. Convenzioni con Ises Italia, Kyoto Club e Università di Roma La Sapienza finalizzate a promuovere la formazione e l’informazione sul risparmio e l’efficienza energetica.
Sono inoltre compresi nel nuovo piano del Governo, l’Accordo di programma La casa ecologica con enti vari per interventi di promozione dell’architettura sostenibile e dell’efficienza energetica e Accordo di Programma con la regione Abruzzo per progetti sulle biomasse.

Copyright © - Riproduzione riservata
Agevolazioni alle rinnovabili di impianti vari Edilone.it