Una residenza multiforme | Edilone.it

Una residenza multiforme

wpid-6088_fyf.jpg
image_pdf

Una forma monolitica punteggiata da inflessioni sottili. Un appartamento di 200 metri quadrati, progettato dallo studio di architettura Patterns, con base a Los Angeles, edificato nella periferia di Rosario, una città a circa 300 km a nord di Buenos Aires che sfida con prepotenza e sicurezza l’omogeneità visiva del quartiere.

Una struttura sviluppata su un unico piano che rivela una complessa identità spaziale sia per l’esterno sia per l’interno. Esternamente avvolta in un guscio di calcestruzzo, perforato da aperture che illuminano gli spazi interni dell’edificio. Pieghe, curve, effetti di trasparenza, tagli sistematici sulla facciata e sul tetto. Fyf residence, questo il nome del progetto, è una struttura da scoprire, esplorare, in grado di stupire metro dopo metro. Ad allungare il corpo della casa una piscina sulla quale sporge il tetto.

Un edificio che propone continue variazioni alla zona, al terreno e all’occhio, che non si stanca di re-inventare nuovi movimenti in un rincorrersi continuo di soluzioni che alternano linee curve e rette senza cadere in contrapposizione e senza accavallarsi. La fyf residence, commissionata allo studio californiano da un ingegnere agronomo e da un paesaggista, integra anche una piccola serra all’interno, in una piccola stanza vetrata.

Un progetto che ha suscitato critiche e riflessioni, che è stato considerato più vicino all’opera d’arte che a un lavoro architettonico a causa di alcuni angoli forse troppo angusti che si vengono a creare all’interno, ma che propone un gioco di movimenti sorprendentemente poco noioso.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Una residenza multiforme Edilone.it