Uffici: mercato quasi dimezzato a Milano | Edilone.it

Uffici: mercato quasi dimezzato a Milano

wpid-2134_uffici.jpg
image_pdf

Le compravendite di uffici nel 2008 sono quasi dimezzate rispetto al boom di due anni prima. La conseguenza è una discesa dei prezzi dello 0,2% contro un +10% circa registrato nei cinque anni precedenti. Va peggio per gli affitti, i cui prezzi scendono in media del 6,2% per la bassa domanda. La nuova fisionomia del mercato è stata fotografata dall’indagine promossa da Osmi Borsa immobiliare e Camera di commercio di Milano.

Soffre anche il comparto direzionale che mostra una flessione dello 0,3%. Se per la compravendita il centro (più di 5 mila euro al metro quadro) e la zona dei Bastioni (circa 4 mila euro al metro quadro) rimangono le più care in città e i prezzi resistono (piu’ 0,6 e 0,1% rispettivamente), va un po’ peggio per la Circonvallazione e la periferia che subiscono un -0,6%. Stessa situazione, se non peggiore, per gli affitti.

 I prezzi qui scendono in maniera  più consistente (in media del 6,2% e del 2,3% per i direzionali) a causa della bassa domanda. Per gli affitti però soffrono meno la periferia e il centro (giù del 3,7 e del 4,3% rispettivamente negli ultimi sei mesi) rispetto al resto di Milano. Sulle locazioni degli uffici direzionali la situazione si capovolge e si registrano prestazioni migliori, anche se al ribasso nella zona della Circonvallazione e della periferia. Ma a livello europeo Milano si conferma un buon mercato, il migliore dell’area mediterranea. Resta infatti più solida rispetto ad altre metropoli straniere e, per gli affitti, è tra le più care del Continente dopo Londra, Parigi e Dublino. ”Quello che emerge è un mercato statico, con uffici invenduti e prezzi in ribasso per vendite e locazioni – ha spiegato Antonio Pastore, presidente di Borsa Immobiliare -. Milano però resta nella cornice europea un riferimento ancora solido”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Uffici: mercato quasi dimezzato a Milano Edilone.it