Tetto massimo del 40% per i mutui, verità o bufala? | Edilone.it

Tetto massimo del 40% per i mutui, verità o bufala?

wpid-3499_house.jpg
image_pdf

È dei giorni scorsi la notizia che riguarda il tetto massimo dei mutui, secondo la quale le banche europee non potrebbero concedere oltre il 40% di credito per l’acquisto di immobili residenziali.

La Commissione Europea ha precisato successivamente che il tetto del 40% è solo un limite indicativo e che non esiste ancora alcuno schema di direttiva:  “Non è vero che Bruxelles stia lavorando ad un’ipotesi di questo genere. In seguito alla crisi economico-finanziaria è stata avviata in Europa una discussione sul modo in cui sarebbe possibile armonizzare i requisiti di capitale delle banche anche nel campo dei mutui” ha detto il portavoce McCreevy.

“Questo perché esistono regole diverse nei vari Paesi Ue” ha detto ancora il portavoce “ma per ora non c’è alcuna proposta. C’è una discussione su come migliorare i requisiti di capitale, ma non sarà questa Commissione a dover gestire le conseguenze politiche di quest’azione”. Infatti, ci sarà un rinnovamento della commissione dopo il 31 ottobre.

In Europa si starebbe, dunque, valutando se, e quanto, scendere la percentuale di mutuo concedibile, in modo da rendere in tutta Europa questi valori standard.

Fra i rimedi, la possibilità di ottenere coperture maggiori ma ricorrendo a costose polizze. Dunque i mutui all’80% si potrebbero ottenere comunque, costerebbero di più: infatti, la norma non impedirebbe di concedere mutui superiori al 40% del valore dell’immobile, solo che sulla quota eccedente il 40% si pagherebbero tassi più elevati o l’eccedenza dovrebbe essere coperta da assicurazione.

Ovviamente la nuova disciplina avrebbe un pesantissimo impatto sul mercato immobiliare, come ha fatto notare il presidente di Assoedilizia, Achille Colombo Clerici: “Nel nostro Paese ci sono attualmente 250 mila unità immobiliari ultimate o in fase di ultimazione (50 mila nella sola Lombardia) che stentano ad essere vendute. Immaginiamo quale tegola sulla testa sarebbe questa misura restrittiva. Più opportuna potrebbe essere la logica del coordinamento delle diverse discipline”.

Intanto l’Ance esorta il Governo italiano a prendere una posizione forte nei confronti della Commissione europea in modo da bloccare sul nascere un provvedimento di questo tipo.

Copyright © - Riproduzione riservata
Tetto massimo del 40% per i mutui, verità o bufala? Edilone.it