Riforma del catasto, c'e' l'ok sulle commissioni censuarie | Edilone.it

Riforma del catasto, c’e’ l’ok sulle commissioni censuarie

wpid-24820_fogliocatasto.jpg
image_pdf

Luce verde sulle commissioni censuarie: il Consiglio dei ministri nella seduta del 30 settembre 2014 ha approvato in secondo esame preliminare il “Decreto legislativo di composizione, attribuzioni e funzionamento delle commissioni censuarie”, su proposta del ministro dell’Economia e delle Finanze, Pietro Carlo Padoan.

Il decreto legislativo regola la costituzione delle nuove Commissioni, definendo che esse oltre ad esercitare le funzioni già fissate in materia di catasto terreni e urbano, provvederanno alla validazione delle funzioni statistiche previste dal decreto legislativo attuativo della riforma del sistema d’estimo del catasto dei fabbricati.

Nel testo del decreto, che è propedeutico alla riforma del Catasto prevista dalla delega fiscale, si stabilisce che la ripartizione delle commissioni censuarie in ‘locali’ e ‘centrale’, quest’ultima con sede a Roma, e la loro articolazione in sezioni (terreni, catasto urbano, catasto dei fabbricati).

Maggiori informazioni sul catasto? Ecco la “Guida al nuovo Docfa 4.00.2”

La data segnalata per l’entrata in vigore del decreto è il 1° novembre 2014. 

Tra le novità, alcune delle quali dedotte dai pareri espressi dalle Commissioni parlamentari, l’eliminazione del gettone di presenza ai componenti delle commissioni, il coinvolgimento delle associazioni di categoria operanti nel settore immobiliare nella designazione dei componenti le commissioni e l’estensione delle incompatibilità ai membri del governo e delle amministrazioni regionali e comunali.

Copyright © - Riproduzione riservata
Riforma del catasto, c’e’ l’ok sulle commissioni censuarie Edilone.it