Prima opera di Gehry a New York | Edilone.it

Prima opera di Gehry a New York

wpid-IAC2.jpg
image_pdf

L’architetto Frank O. Gehry esordisce a New York con il progetto dello Iac (InterActivCorp). Il suo primo progetto nella Grande Mela è un palazzo per gli uffici sulla 19esima West tra l’11esima Avenue e la West Side Highway a Chelsea, un quartiere dove risiedono almeno 200 gallerie e si da poco formata una grande comunità di architetture e di artisti internazionali.

Per l’architetto californiano (d’origini canadesi) oggi 78enne, al culmine di una carriera caratterizzata da costruzioni sinuose, spesso riflettenti e dominate da plasticità, movimento e fratture, New York è stato fino ad oggi un luogo ‘frustante’. Così lo definisce il New York Times nel commentare la notizia, riferendosi all’attesa di decenni prima di ricevere un’importante commessa nella città, culminata ora con la costruzione di questo edificio commerciale per la IAC: una serie di torrette di alto-profilo, facenti parte di uno sforzo generale di trasformare una fascia rumorosa della strada principale laterale ad ovest in una promenade del suggestivo waterfront. Poco distante, 10 minuti a piedi poco più a sud, sorgono tre costruzioni di appartamenti residenziali di lusso progettatati da Richard Meier, mentre sulla diciannovesima ovest, comincia ad ergersi una torre residenziale dell’architetto francese Jean Nouvel.

Per quanto non completamente ultimata, la struttura è già stata presentata al pubblico ed il New York Times ne ha dato un’ampia descrizione. Realizzato in vetro bianco e calcestruzzo, la sua forma ed i suoi colori evocano l’immagine di un alto vascello a vele spiegate. Per il noto quotidiano newyorkese, ‘apprezzabile soprattutto ad una certa distanza, le sue forme riflettono il cielo circostante, di modo che le superfici possono sembrare dissolversi. Mentre a nord, tuttavia, le sue forme sono più simmetriche e affilate, evocando le file delle vele, osservato da sud si notano maggiormente le forme a blocchi. Questo carattere di costante cambiamento dà alla costruzione esterna una bellezza enigmatica’.

Incuneato fra le due strade sopracitate, il progetto di Gehry appare quindi come una sequenza di vele che modificano le facciate della sede centrale della Iac, articolata in nove piani. I lavori di costruzione erano stati avviati nel 2004. L’edificio è costato 62milioni di dollari statunitensi.

Copyright © - Riproduzione riservata
Prima opera di Gehry a New York Edilone.it