Prima il mutuo e poi la ricerca della casa: finanziamenti con predelibera | Edilone.it

Prima il mutuo e poi la ricerca della casa: finanziamenti con predelibera

wpid-immobili.jpg
image_pdf

Sono nate solo nel 2005, ma già a fine dicembre avevano raggiunto il 15% del totale mutui erogati nell’area compresa tra Lombardia e Piemonte, ottenendo nei primi sei mesi del 2006 un aumento di oltre il 130%. Questo è ciò che emerge dai dati dell’Ufficio Studi di Ital Fin (società di intermediazione creditizia con sedi in Lombardia e Piemonte) riguardo a un nuovo strumento finanziario, la predelibera, che sta assumendo un’importanza sempre più strategica per lo sviluppo del mercato immobiliare. Nel Nordovest italiano, hanno già raggiunto il 35% della quota di mercato, i mutui erogati con tale innovazione.

E’ uno strumento che capovolge i canoni tradizionali dell’acquisto di una casa, una sorta di innovazione di processo che sta cambiando le logiche della conduzione delle trattative del settore. In cosa consiste? La predelibera è una sorta di “promessa di mutuo” che un istituto di credito fa nei confronti di un cliente. Questo, successivamente e sulla base di un reale e già concordato finanziamento, si mette alla ricerca della casa ritenuta idonea a soddisfare le proprie necessità. E’ un inversione di quell’iter procedurale seguito di prassi fino ai nostri giorni, in base al quale: si trovava preliminarmente l’abitazione che interessava, ci si recava in banca per la richiesta del mutuo, la banca effettuava le perizie e, se nulla ostava, questa concedeva il finanziamento. Nello scongiurato, ma possibile, caso in cui l’erogazione finanziaria non trovasse concessione, il percorso compiuto risultava in definitiva null’altro che un’evidente perdita di tempo per tutti i soggetti coinvolti. Seguendo tale iter tradizionale, quindi, l’acquirente correva il rischio di vedere l’abitazione preferita “svanire” nel nulla per una risposta negativa da parte della banca o perché i tempi di verifica degli istituti di credito portavano l’abitazione in mani con maggiori disponibilità di liquidità.

L’introduzione di questo nuovo elemento, vorrebbe giovare un pò a tutti i soggetti interessati, clienti ed agenzie. Per ciò che riguarda le agenzie,la predelibera, definibile come uno strumento d’analisi della capacità reddituale di un determinato cliente, consente una maggiore capacità di erogazione di un mutuo, semprechè le ulteriori verifiche svolte dall’agenzia abbiano esito positivo. La velocità di erogazione di un mutuo consente alle agenzie un vantaggio competitivo in termini di qualità del servizio, che si aggiunge (o si affianca) a quello misurabile in termini di prezzo di un immobile. Una predelibera risulta avere la durata media di circa 60 giorni. Un lasso di tempo che nel 70 per cento dei casi è sufficiente per giungere alla conclusione di un’intermediazione immobiliare.

Sarà interessante, per poter valutare concretamente l’efficacia delle predelibere, analizzare i prossimi dati di mercato sul numero dei casi con cui le predelibere si tramutano effettivamente in mutui erogati.

Copyright © - Riproduzione riservata
Prima il mutuo e poi la ricerca della casa: finanziamenti con predelibera Edilone.it