Porti turistici: i progetti delle nuove marine | Edilone.it

Porti turistici: i progetti delle nuove marine

wpid-Genova1.jpg
image_pdf

La nuova nicchia dorata dell’edilizia sembra trovarsi nei porti turistici. Il vero e proprio boom registrato negli ultimi cinque anni in termini di nuove costruzioni (porticcioli e complessi residenziali) non accenna da arrestarsi ed è comune anche agli altri paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo.
La tendenza pare dovuta ad un mix di fattori. Anzitutto il progressivo recupero di grandi zone di fronte mare, vere e proprie ex aree industriali, cui si somma il crescente interesse per gli sport nautici in Italia. Per finire, le interessanti potenzialità di rendimento per gli investimenti in posti barca da affittare, meglio ancora se annessi ad una piccola residenza adiacente. A sostegno di quest’andamento vi sono i dati di Nomisma, secondo cui la domanda di posti barca in Italia è aumentata del 35,4% negli ultimi sette anni. Tanto interesse non poteva non avere riflessi sui prezzi, divenuti proibitivi sia per i posti barca che per gli appartamenti a ridosso dei porti, stando ai dati del Ministero delle Infrastrutture.

Nel novero delle costruzioni sulle coste italiane, tra i progetti in fase di realizzazione, è rilevante il progetto Marinella, una vasta operazione di riqualificazione territoriale tra la Liguria e la Toscana. In Liguria è stata completata la Marina di Verazze, con uno specchio d’acqua di 144mila mq, 8mila mq. di aree verdi, un complesso di 30 appartamenti e 20 negozi.

Così, ancora, in Toscana, a poche miglia dall’Isola d’Elba, c’è Etrusca Marina, con 740 posti barca fino a 42 metri e 6mila mq di residenziale. Sempre sulla costa Toscana, sarà costruita Porta a Mare, importante stazione marittima che comprenderà attività commerciali, terziarie, ricettive e residenziali. La nuova Marina di Pisa, sorgerà alla foce dell’Arno, con circa 500 posti barca e 50 mila mq. destinati a residenziale, un albergo, negozi e servizi per la nautica.
Sull’Adriatico, il porto turistico internazionale di Ravenna, con 80 milioni di euro di investimento, diventerà il più grande porto turistico dell’Adriatico, con 1.150 posti barca totali, 111 appartamenti attualmente in costruzione, 38 negozi, 4 circoli nautici, 2 piscine, un capannone per il rimessaggio, una club house, un supermercato, un ristorante ed una discoteca.

Nell’ambito del Sud Italia la situazione è in veloce sviluppo. In Sicilia, a Trapani, è stata realizzata da poco una marina che fa parte della rete di porti Italia Navigando, destinata ad accogliere superyacht all’interno del porto.

Dopo il successo mediatico ottenuto in occasione della 32° edizione della America’s Cup, la Regione Siciliana propone Palermo e Trapani quali sedi ospitanti della nuova 33° edizione. Assessorato al turismo della Regione Siciliana, comuni, province e autorità portuali di Palermo e Trapani e Spi (società mista a controllo della regione con capofila il gruppo piemontese della famiglia Bigotti), unitamente ad un corposo gruppo di esperti stanno definendo il calendario delle organizzazioni e stanno predisponendo il progetto di realizzazione di infrastrutture e servizi tecnici che daranno lustro alla manifestazione. Il calendario delle varie manifestazioni previste è molto intenso e partirà dal prossimo 7 gennaio 2008, data per la quale il team siciliano inizierà gli allenamenti in acqua.

Copyright © - Riproduzione riservata
Porti turistici: i progetti delle nuove marine Edilone.it