Nuovi termini per la dichiarazione in catasto degli immobili di nuova costruzione | Edilone.it

Nuovi termini per la dichiarazione in catasto degli immobili di nuova costruzione

wpid-agenzia-del-territorio.jpg
image_pdf

La norma sopra citata modifica il termine previsto dagli art. 28 e 20 del Regio decreto legge 13 aprile 1939, n. 652, convertito con modificazioni con legge 11 agosto 1939, n. 1249, per quanto concerne la presentazione delle dichiarazioni in catasto delle unità immobiliari di nuova costruzione, di quelle che dalla categoria delle esenti passano a quelle soggette ad imposta e per le variazioni intervenute nelle unità immobiliari già censite.
Il nuovo termine è previsto in trenta giorni dal momento in cui: i fabbricati sono divenuti abitabili o servibili all’uso cui sono destinati (caso delle nuove costruzioni), sono stati persi i requisiti per godere dell’esenzione (caso degli immobili esenti), o le variazioni si sono verificate (caso delle unità immobiliari già censite mutate nello stato).
Risulta, quindi, notevolmente abbreviato il termine originariamente previsto al 31 gennaio dell’anno successivo a quello in cui si verifica la circostanza che fa insorgere l’obbligo della dichiarazione catastale.
Inoltre, in attuazione del Provvedimento del Direttore dell’Agenzia del territorio in data 23 febbraio 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 1° marzo 2005, n. 49, con la presente circolare si estende la possibilità del pagamento attraverso depositi interni precostituiti dei tributi relativi agli atti di aggiornamento di catasto urbano (Docfa), modalità fino ad oggi consentita solo per le ispezioni ipotecarie e le visure catastali. Per ogni chiarimento in merito all’applicazione specifica delle nuove disposizioni è possibile rivolgersi agli Uffici provinciali dell’Agenzia.

Copyright © - Riproduzione riservata
Nuovi termini per la dichiarazione in catasto degli immobili di nuova costruzione Edilone.it