"Le banche tornino a finanziare la casa". L'allarme dell'Ance | Edilone.it

“Le banche tornino a finanziare la casa”. L’allarme dell’Ance

wpid-14963_buzzettiance.jpg
image_pdf

“Riattivare subito il circuito del credito per permettere alle famiglie di acquistare casa e al settore edilizio di rimettersi in moto”. È questo l’appello del presidente dell’Ance, Paolo Buzzetti, di fronte ai dati presentati ieri dall’Istat che confermano il crollo delle compravendite, già segnalato dall’Ance nei giorni scorsi, e dei mutui.

In realtà, una soluzione era stata individuata grazie all’intervento del ministro Passera e condivisa in un tavolo aperto con Abi e Cdp, ma attualmente è ferma. “È ora di sbloccare il piano che consentirebbe alle banche di raccogliere denaro a media e lunga scadenza per concedere mutui alle famiglie – denuncia il presidente dell’associazione costruttori –“.

“Non c’è più tempo da perdere – conclude Buzzetti – l’Istat ieri e Banca d’Italia pochi giorni fa concordano su un crollo dei mutui nel 2012 che si aggiunge a una restrizione del credito per famiglie e imprese ormai in atto da troppo tempo. La casa è un bene fondamentale per gli italiani e non deve diventare un sogno proibito”.

Forte preoccupazione è stata espressa anche da Confedilizia, il cui presidente, Corrado Sforza Fogliani, ha definito come “drammatici” i dati Istat sul mercato immobiliare. “L’investimento in immobili è in caduta libera, ucciso da una fiscalità smodata che ha colpito, in particolare, l’affitto. In Europa, diversi Paesi hanno approvato leggi per rilanciare il settore. Da noi, si risponde nel modo esattamente opposto e cioè segnalando nel Documento di economia e finanza la pretesa necessità di prorogare oltre il 2014 l’Imu sperimentale e cioè l’imposta che più di ogni altra ha causato l’attuale situazione.

“Finché si fa finta di non sapere che – conclude Sforza Fogliani -,il quando l’edilizia va, tutto va, e questo per compiacere le lobby che, per favorire le imprese, vogliono che gli italiani investano solo nella finanza, l’impoverimento generale causato dall’attacco alla proprietà diffusa della casa è solo destinato a incrementarsi ulteriormente, come puntualmente si constata ad ogni nuova pubblicazione di dati sull’immobiliare”.

Copyright © - Riproduzione riservata
“Le banche tornino a finanziare la casa”. L’allarme dell’Ance Edilone.it