La Torre Agbar di Nouvel riceve il Premio High Rise | Edilone.it

La Torre Agbar di Nouvel riceve il Premio High Rise

wpid-TorreAgbar2.jpg
image_pdf

Si è svolta lo scorso 17 novembre al Paulskirche di Francoforte, la cerimonia del premio ‘International High-Rise 2006’, assegnato in questa edizione, ai progettisti della Torre Agbar di Barcellona (Spagna). Sono Jean Nouvel e Fermir Vazquez gli artefici dell’opera barcellonese che la giuria ha premiato ‘perché dà un contributo eccezionale, a vari livelli, all’attuale dibattito sull’edilizia multipiano. Una pelle esterna a più strati è all’origine del suo variegato ed emozionante aspetto’. Il migliore edificio multipiano realmente costruito, viene infatti scelto dalla manifestazione dalla cadenza annuale, tra le realizzazioni dei grandi studi di architettura, tra quei progetti variamente ardimentosi: grattacieli capaci di produrre energia per raffreddarsi o riscaldarsi, torri ricoperti da rivestimenti utile a termoregolare l’ambiente interno, oppure progetti di estrema originalità.

A cinque anni di distanza dall’attentato alle Torri Gemelle, la costruzione di grattacieli-simbolo, alti centinaia di metri, non registra battute d’arresto, come del resto la concentrazione umana nelle città.

Per ovviare ai problemi di oscillazione cui sono sottoposti in tutti i grattacieli i piani più alti, nella Torre Agbar si è cercato di aumentare la leggerezza con un generoso utilizzo del vetro. Inaugurata nel 2005 dopo 4 anni di lavoro, la Torre Agbar ha come finitura esterna, una sorta di ‘pelle’ multicolore realizzata con lastre grecate di alluminio con spessore di 2-3 millimetri verniciate in una gamma di 25 colori, grazie ai quali l’edificio cambia colore a seconda dei mutamenti della luce esterna.

Composta da 35 piani che la innalzano fino a 144,4 metri, presenta ben 4400 finestre asimmetricamente disposte, da ciascuna delle quali è godibile una vista mozzafiato. All’interno, i locali sono stati occupati dagli uffici della Agbar, compagnia dell’acqua di Barcellona, in ossequio della quale l’effetto scenico della costruzione evoca lo scivolamento dell’acqua.

Ad altri quattro edfici multipiano ad uso residenziale, è andata una menzione speciale della Giuria: Turning Torso a Malmö (Svezia), edificio di 190 m progettato da Santiago Calatrava, il Wienerberg Hochhaus (106 m) di Vienna degli architetti Delugan Meissl, il Montevideo (152 m) a Rotterdam dello studio Mecanoo Architecten e il Jian Wai SOHO (100 m) a Pechino dello studio Riken Yamamoto & Field Shop.

Copyright © - Riproduzione riservata
La Torre Agbar di Nouvel riceve il Premio High Rise Edilone.it