Imu: aliquote di base o proroga

wpid-11251_imu.jpg

I Caf, i centri di assistenza fiscale, lanciano l’allarme sull’Imu per la mancanza di indicazioni e certezze sulle nuove aliquote. E lo fanno attraverso una lettera inviata al Ministero dell’Economia, nella quale denunciano il rischio di caos a causa dell’assenza di informazioni precise.

Allo stato attuale, infatti, non solo i contribuenti dovranno duplicare file e pratiche, una per il 730 e una per l’Imu, ma lo faranno anche nel picco di attività degli intermediari, fanno sapere dai Caf.

Ad oggi già un milione di italiani avrebbe compilato il proprio 730 al Caf mentre soltanto il 6% dei Comuni ha deliberato la nuova aliquota per l’Imu e il termine di pagamento della prima rata è fissato al 16 di giugno, ricordano gli intermediari.

I Caf chiedono allora di prendere come riferimento le aliquote e le detrazioni di base e di far quindi versare il 50% di questa aliquota come acconto sull’Imu. Oppure, l’altra via indicata dai centri di assistenza fiscale è valutare “l’opportunità, qualora le procedure per attuare i correttivi proposti lo richiedessero, di prevedere un congruo differimento del termine di pagamento della prima rata dell’imposta dovuta per l’anno 2012″.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata