Immobiliare: diminuiscono le compravendite di case | Edilone.it

Immobiliare: diminuiscono le compravendite di case

wpid-edilizia_residenziale_03.jpg
image_pdf

Nel 1° semestre del 2008 calano del 14% le compravendite di immobili residenziali, mentre i prezzi restano sostanzialmente ‘fermi’. Si tratta del calo maggiore tra tutte le tipologie di immobili (residenziale, terziario, commerciale e produttivo), che nel complessivo scendono di poco meno: -12,3%. In discesa anche il fatturato del settore che si attesta a 58,5 miliardi (-10,8%).

Sono questi i dati globali forniti dall’Agenzia del Territorio nella nota sintetica sull’andamento del mercato immobiliare nel primo semestre 2008, presentata lo scorso 30 settembre.

Le cifre confermano il forte rallentamento dell’andamento di mercato già segnalato nel secondo semestre 2007. Come già indicato nei precedenti rapporti, negli ultimi anni si è assistito ad un sensibile spostamento di compravendite dai capoluoghi verso i comuni minori delle rispettive province.

Peraltro, l’85% circa delle nuove costruzioni del settore residenziale si concentra nei comuni non capoluogo, ed, almeno in buona parte, vanno ad alimentare l’offerta del mercato immobiliare.

L’andamento per macro area, evidenzia che le compravendite sono in forte calo nel Nord e nel Centro per i comuni non capoluogo, -15,5% circa, mentre nel Sud il calo, anche se vistoso, è più contenuto, -10,4%.

Anche per i capoluoghi il calo maggiore si verifica nel Nord, -15,5% e quello minore nel Sud, -11,4%. Guardando ai capoluoghi di provincia, emerge un’ampia dispersione dei valori, con alcuni capoluoghi in cui il mercato residenziale risulta in crescita, quali Reggio Emilia, Vicenza, Pavia e

Savona (nel Nord), Viterbo, Siena e Terni (nel Centro), Reggio Calabria, Pescara, Lecce, Potenza, Enna ed Agrigento (nel Sud). I cali più vistosi, superiori al 30%, si hanno, invece, a Lodi, Vicenza, Ascoli Piceno ed Oristano.

I dati relativi ai comuni non capoluogo, sono abbastanza omogenei, con tutte le province in calo più o meno sensibile e con l’unica eccezione della provincia di Reggio Emilia (provincia in cui anche nel capoluogo il mercato è in crescita), dove il mercato cresce più del 20%. Le province dove si registra il calo maggiore, superiore al 30%, sono La Spezia, Lodi, Ferrara ed Enna.

Per altre informazioni, consultare il sito www.agenziaterritorio.it

Copyright © - Riproduzione riservata
Immobiliare: diminuiscono le compravendite di case Edilone.it