Immobili rurali: dall'Abruzzo 4 milioni per il recupero | Edilone.it

Immobili rurali: dall’Abruzzo 4 milioni per il recupero

wpid-13818_abruzzoimmobilerurale.jpg
image_pdf

In Abruzzo la giunta regionale ha varato una misura (‘Sviluppo e rinnovamento dei villaggi‘) che permetterà di beneficiare di contributi per il recupero degli immobili rurali. Il budget complessivo messo in campo ammonta a oltre 4 milioni di euro (4.905.991); il contributo in conto capitale verrà calcolato in percentuale sul costo totale dell’intervento ammissibile non dovrà essere superiore a 200 mila euro per ciascun beneficiario.

Scopo primario della misura è promuovere il recupero, la tutela e la valorizzazione del patrimonio immobiliare e storico-culturale del mondo rurale, con finalità collettive, turistico-culturali e di servizio, in un’ottica di sviluppo di un’immagine gradevole delle zone rurali; allo stesso tempo il provvedimento sostiene la popolazione rurale e lo sviluppo diversificato delle aziende agricole in attività multifunzionali e agrituristiche, oltre a offrire un’opportunità di nuova vitalità per i territori montani.

“I piccoli borghi, i villaggi e i centri storici dei comuni rurali abruzzesi sono caratterizzati dalla presenza di edifici e manufatti di elevato valore storico e architettonico – per le particolari tipologie costruttive, e materiali utilizzati (ricorso all’impiego di pietra lavorata, mattoni fabbricati artigianalmente, legno massiccio, ecc.), la cui valorizzazione per finalità turistico-culturali non sempre è resa possibile a causa della difficoltà di realizzare opere di recupero e/o restauro adeguate”, ha spiegato Mauro Febbo, assessore alle politiche agricole e di sviluppo rurale. “Con tale bando è possibile anche la sistemazione e l’adeguamento di fabbricati rurali ai fini della creazione di siti di sosta, di degustazione dei prodotti locali, di illustrazione del territorio lungo percorsi di interesse turistico, agrituristico ed eno-gastronomico, di illustrazione di procedimenti tradizionali di lavorazione dei prodotti agricoli e artigianali locali”.

Il contributo – riservato ai Comuni indicati dal Programma di Sviluppo Rurale dell’Abruzzo 2007/2013 – può essere richiesto sia dagli enti pubblici come Province, Comuni, consorzi di Comuni ed Enti Parco, sia da proprietari privati di fabbricati singoli o associati nelle forme previste dal Codice Civile.

Copyright © - Riproduzione riservata
Immobili rurali: dall’Abruzzo 4 milioni per il recupero Edilone.it