Immobili: obbligo per il locatore di ottenere il certificato di abitabilità | Edilone.it

Immobili: obbligo per il locatore di ottenere il certificato di abitabilità

wpid-Cassazione.jpg
image_pdf

E’ stato precisato dalla Terza Sezione della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 8409/2006, che nelle obbligazioni del locatore rientra anche quella di procurare al conduttore il certificato di abitabilità dell’immobile. Detto obbligo sussiste – salvo patto contrario – sia nel caso in cui l’immobile sia destinato ad uso abitativo, sia nel caso venga adibito ad uso commerciale o anche ad uso di deposito.

I Giudici hanno precisato che “in giurisprudenza di legittimità si è già affermato che […] in assenza di patto contrario, incombe all’alienante o disponente […] l’obbligo di curare l’ottenimento del certificato di abitabilità, posto a tutela delle esigenze igieniche e sanitarie nonché degli interessi urbanistici, richiedenti l’accertamento pubblico della sussistenza delle condizioni di salubrità, stabilità e sicurezza dell’edificio […], attestante l’idoneità dell’immobile ad essere “abitato” e più generalmente ad essere frequentato dalle persone fisiche”. Detto obbligo sussiste qualunque sia la destinazione del bene locato (abitativo, commerciale, deposit0 ecc.).

Aggiunge inoltre la Corte che nel caso di contratto di locazione tale obbligo deve ritenersi incombere al locatore, quale proprietario o comunque titolare del potere di disposizione sulla cosa e che qualora tale certificato non sia ottenibile, si ha una situazione di grave inadempimento del locatore, a fronte della quale il conduttore può chiedere la risoluzione del contratto e il risarcimento del danno.

SentenzaCassazione.pdf – 35Kb

Copyright © - Riproduzione riservata
Immobili: obbligo per il locatore di ottenere il certificato di abitabilità Edilone.it