Demanio: 201 edifici ex militari da valorizzare con i Comuni | Edilone.it

Demanio: 201 edifici ex militari da valorizzare con i Comuni

wpid-07-Caserma-Zucchi.jpg
image_pdf

Gli enti locali si sono già messi in moto per proporre progetti che restituiscano le aree militari agli usi civili, con idee diverse tra loro: non solo spazi dedicati ai servizi, ma anche al divertimento e alla valorizzazione dell’ambiente. La firma del primo decreto (di quattro) previsto dalla Finanziaria 2007 per il trasferimento di patrimonio immobiliare da dismettere o valorizzare dalla Difesa all’Agenzia del demanio risale al 28 febbraio 2007. Il Demanio ne ha dato comunicazione pubblica specificando che il decreto riguarda 201 caserme che saranno trasferite entro il 30 giugno 2007 e che hanno un valore complessivo di 1 miliardo di euro. La nota specifica che questo decreto sarà seguito da un altro entro il luglio 2007, contenente la lista di immobili di uguale valore da consegnare entro il dicembre di quest’anno. Il trasferimento, per complessivi 4 miliardi di valore, si concluderà entro il 2008 con altri due decreti di trasferimento.

Sarà l’Agenzia del demanio a gestire, in riferimento a caserme e immobili non strategici trasferiti, le operazioni di valorizzazione (e di eventuale dismissione), in accordo con i comuni, offrendo agli enti locali concessioni fino a 50 anni. Dovrà condividere con i Comuni interessati le iniziative in linea con i fabbisogni del contesto urbano e sociale nel quale gli immobili sono inseriti. Spesso situati nel centro delle principali città italiane, sottolinea l’Agenzia del Demanio, questi beni (caserme, arsenali, poligoni, terreni) rappresentano un’opportunità di sviluppo e di innovazione nella gestione del patrimonio immobiliare pubblico e nella pianificazione degli assetti territoriali.
I Comuni potranno utilizzare, così, per le loro esigenze relative ai servizi comunali e intercomunali e usi socio-assistenziali e culturali una serie di caserme, poligoni di tiro, aeroporti militari, magazzini militari, depositi di carburanti, basi logistiche, fortini, fari militari, stabilimenti di esplosivi, palazzine con uffici militari, ubicate nelle grandi città.

Per la lista degli immobili interessati dal decreto, consultare i seguenti siti:
http://www.agenziademanio.com/
http://www.governo.it/

Copyright © - Riproduzione riservata
Demanio: 201 edifici ex militari da valorizzare con i Comuni Edilone.it