Decreto Bersani: prosegue l'iter | Edilone.it

Decreto Bersani: prosegue l’iter

wpid-Bersani2.jpg
image_pdf

Ottenuto lo scorso 25 luglio l’assenso del Senato con il sì alla fiducia posta dal governo, il decreto contenente la manovra-bis e il cosiddetto pacchetto Bersani-Visco sulle liberalizzazioni e la lotta all’evasione, passa ora all’esame della Camera. Il testo del Dl 223/2006, sarà all’esame dell’aula di Montecitorio già da venerdì 28 luglio e, se non subirà modifiche, darà seguito alla conversione in legge del relativo provvedimento.

Nel testo rivisitato rivisitato dal Governo, dove 95 sono gli emendamenti recepiti, di cui 13 proposti dall’opposizione, trovano spazio misure per la lotta all’evasione fiscale, sulle liberalizzazioni e sulla competitività.

Per quanto riguarda la tassazione degli immobili, è anticipato a ottobre 2006 il regime fiscale agevolato con aliquota al 2% per le imposte ipotecaria e catastale. La compravendita di immobili per uso non abitativo è sottoposta a imposta ipotecaria e catastale al 4%, al 2% per fondi immobiliari. Nella compravendita di immobili l’imposta si calcola sul valore catastale, ma è introdotto l’obbligo di dichiarare anche il valore reale. L’imposta di registro viene applicata nella cifra fissa di 168 euro. Le società potranno decidere se optare o no per l’assoggettamento al regime Iva. Scompare il meccanismo della retroattività.

Sul fronte dei professionisti, è fatto divieto per tutte le categorie, dai medici agli avvocati, di ricevere parcelle in contanti oltre i mille euro per il primo anno, oltre i 100 euro dal terzo. Altra novità derivante dal pacchetto Bersani per i professionisti è l’abolizione della tariffa minima e l’introduzione della parcella negoziata tramite patti scritti con il cliente. Non si dovrà più ricorrere ai notai, invece, per i passaggi di proprietà di auto, moto e barche

Le principali novità introdotte nel settore della sicurezza sul lavoro sono quelle già anticipate nel corso della scorsa settimana:
– possibile sospensione dei lavori nei cantieri se il 20% del personale non è in regola;
– esclusione dalla contrattazione pubblica per le imprese interessate nel periodo della sospensione;
– tesserino di identità per tutti gli addetti ai lavori, dal 1° ottobre 2006.

Copyright © - Riproduzione riservata
Decreto Bersani: prosegue l’iter Edilone.it