Casa-Cresme: costruzioni in calo nel Nordest, 2008 in difficoltà | Edilone.it

Casa-Cresme: costruzioni in calo nel Nordest, 2008 in difficoltà

wpid-cantiere_05.jpg
image_pdf

La riduzione nell’edilizia abitativa è stata stimata nel 2008 in metri cubi dell’11,2% rispetto all’anno precedente, contro una media italiana del -6%, dal XVI Rapporto Cresme (Centro di ricerche economiche sociali di mercato per l’edilizia ed il territorio) sul mercato delle costruzioni 2008-2013.

Il rapporto “Analisi, soluzioni, opportunità per sostenere la competitività dell’industria italiana delle costruzioni” verrà presentato il 29 e 30 ottobre prossimi nell’ambito della prima edizione del Construction Day.

“Nel 2008 – sottolinea Lorenzo Bellicini – è arrivata l’inversione netta del ciclo. La frenata c’è ed è molto forte, soprattutto per quanto riguarda le nuove costruzioni. La nostra stima è che quest’anno le nuove costruzioni residenziali scenderanno del 10% e nel 2009 addirittura del 15%. In difficoltà anche il comparto dell’edilizia non residenziale. Frena la domanda di case (-14% nel primo semestre del 2008) e presto caleranno anche i prezzi. Se dovesse venire a mancare il sostegno del segmento dei grandi lavori, la frenata sarà imponente”.

Nel Nordest le difficoltà maggiori riguarderanno l’edilizia abitativa. Secondo il Cresme alla fine del 2008 la produzione residenziale supererà di poco i 14mila fabbricati corrispondenti a circa 33 milioni di metri cubi (mc), per un volume medio di 2.316 mc per fabbricato: un 1,9% in meno rispetto al 2007. Complessivamente la contrazione stimata in mc sarà del -11,2% rispetto all’anno precedente, contro una media italiana di -6%. Nel Veneto, secondo il Cresme, la produzione residenziale media per l’anno in corso subirà una contrazione del 5,7%.

Copyright © - Riproduzione riservata
Casa-Cresme: costruzioni in calo nel Nordest, 2008 in difficoltà Edilone.it