Il clima di fiducia delle imprese di costruzione | Edilone.it

Il clima di fiducia delle imprese di costruzione

wpid-4218_isae.jpg
image_pdf

Secondo l’inchiesta condotta dall’ISAE su un panel di circa 500 imprese, a gennaio il clima di  fiducia, considerato al netto dei fattori stagionali e calcolato in base 2000=100, recupera decisamente  passando da 71 a 81,1 raggiungendo il valore più elevato da settembre 2008.
Tra le variabili componenti  il clima di fiducia si registra un minor pessimismo sia nei giudizi sui piani di costruzione sia nelle prospettive sull’occupazione
Si evidenzia un marcato recupero dei giudizi sull’attività di costruzione e delle aspettative sui piani di costruzione; il saldo delle previsioni sui prezzi praticati nel settore sale leggermente rimanendo,  comunque, su valori storicamente bassi .

Scende leggermente il numero d’imprese che trova ostacoli limitanti l’attività di costruzione (anche  se la relativa percentuale rimane comunque decisamente superiore a quella di coloro che dichiarano  di non trovarne) e, tra gli ostacoli dichiarati, prevale l’insufficienza di domanda, seguita dai vincoli   finanziari .

Il miglioramento dell’indice generale è omogeneo a livello settoriale: sia nell’edilizia (comprendente l’edilizia residenziale e quella non residenziale) sia nel settore dell’ingegneria civile il clima recupera decisamente

Copyright © - Riproduzione riservata
Il clima di fiducia delle imprese di costruzione Edilone.it