Verde urbano anticrisi: l'esempio USA | Edilone.it

Verde urbano anticrisi: l'esempio USA

wpid-9216_largeaMackinacCampusMartius.jpg
image_pdf

Dall’America arriva la prova che il mercato immobiliare si può far rinascere anche puntando sul verde.
A promuovere questa soluzione è Mike Messner, mente del neonato movimento “Redfields to Greenfields”, un fondo di investimento statunitense che offre prestiti a basso costo per la riqualificazione urbana e che è stato accolto con entusiasmo da più di 10 grandi città degli Stati Uniti.

L’idea di base è quella di convertire gli immobili “tossici”, in particolare capannoni ed edifici commerciali, in parchi pubblici, elevando così il valore delle proprietà limitrofe e trasformando una spirale di stagnazione economica in una tendenza positiva in grado di autoalimentarsi.

L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo da molte città americane tra le quali anche Denver, Phoenix, Houston, Detroit e Los Angeles, tutte convinte che i parchi possano rappresentare la leva giusta per sbloccare il mercato immobiliare statunitense.

Proprio a Detroit ad esempio il nuovo Campus Martius Park, di 2,6 ettari, realizzato in parte con soldi forniti dal fondo “Redfields to Greenfields” , oggi attira oltre un milione di visitatori all’anno. E la città ha diversi altri progetti del genere in corso di realizzazione. Anche Houston ha annunciato di voler applicare i concetti espressi da Messner, con una massiccia espansione della propria rete parchi, la quale comporterà l’abbattimento di 10.000 ettari di immobili inutilizzati.

Il verde urbano diventa così non solo un polmone cittadino ma anche “moltiplicatore economico”.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Verde urbano anticrisi: l'esempio USA Edilone.it