Un nuovo mercato per Roma e un modello di edilizia sostenibile | Edilone.it

Un nuovo mercato per Roma e un modello di edilizia sostenibile

wpid-11315_Testaccio.jpg
image_pdf

Firmata l’ordinanza dall’assessore al Commercio Davide Bordoni, l’ultimo giorno per il vecchio mercato del quartiere di Testaccio a Roma sarà il 26 maggio e, dal giorno 30 aprirà i battenti la nuovissima struttura, completa e dotata dei requisiti necessari al suo funzionamento.

Il moderno mercato di Testaccio si estende su 5.000 mq, potrà ospitare un totale di 103 operatori, con postazioni di 20 mq l’una (contro i 12 mq del vecchio). Su 2.550 mq si snodano spazi pubblici e percorsi pedonali, mentre nel piano interrato è situato un parcheggio da 300 posti a rotazione. La struttura è semplice, ispirata ai mercati tradizionali all’aperto, accessibile dai quattro lati, coperta e protetta da sole e acqua, ma innovativa. E’ dotata, infatti, di un sistema di ventilazione naturale e di pannelli fotovoltaici disposti sul tetto, che provvedono al fabbisogno energetico del mercato. In tal modo la normativa sul risparmio energetico è ampiamente rispettata. Luce e aria filtrano all’interno per mezzo di pennellature traforate.

Ad ospitare la nuova sede del mercato è il Centro Polifunzionale, adiacente alle vie Volta, Galvani, Franklin e Ghiberti. Al di sotto della struttura, durante gli scavi, sono stati rinvenuti anche diversi reperti, per la cui esposizione sarà aperto un sito archeologico.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
Un nuovo mercato per Roma e un modello di edilizia sostenibile Edilone.it