Sempre più case green in Italia | Edilone.it

Sempre più case green in Italia

wpid-8817_pafujy.jpg
image_pdf

Sono state 13 le grandi aree urbane prese in considerazione nel rapporto  2011 sul mercato immobiliare di Nomisma e in queste è emerso un dato davvero incoraggiante sulla percentuale di richiesta di abitazioni energeticamente sostenibili è passata dall’8,5% del 2010 al 16,9% di quest’anno. Dato che ovviamente varia sensibilmente in relazione alla zona: in testa l’Emilia Romagna, con Parma che si distingue con un 40% della domanda che si riferisce a edifici efficienti dal punto di vista energetico, mentre a Modena la percentuale è del 25%, in crescita netta rispetto al 3,6% del 2010. Livorno e Salerno sono, invece, le città dove il valore aggiunto di questi immobili viene del tutto trascurato.

Solo il 7,3% di chi cerca casa tende ad ammettere l’esistenza di un valore aggiunto delle abitazioni sostenibili e questa percentuale mostra un calo rispetto all’8,6% del 2010, probabilmente anche a causa della crisi globale e a un prezzo di queste abitazioni che, se pur rispettose dell’ambiente, risultano fuori dalla portata economica di molte famiglie.

Infatti se a Parma si è disposti a pagare ad esempio l’1% la quota in più di denaro (nel 2010 arrivava al 10%)  per un immobile sostenibile a Modena si arriva a sborsare solo il 5%  in più nel 2010 e il 6% in più nel 2011 rispetto alla media dei prezzi degli immobili che non possono vantarsi di possedere requisiti sostenibili.

Un mercato, quello degli immobili sostenibili, che vanta un’offerta di qualità migliore, con standard di efficienza più elevati, ma che ancora fatica a proporre prezzi in linea con gli immobili standard, nonostante gli sforzi sostenuti anche dalle politiche locali e nazionali.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sempre più case green in Italia Edilone.it