Restauro e valorizzazione per i giardini della Reggia di Caserta | Edilone.it

Restauro e valorizzazione per i giardini della Reggia di Caserta

wpid-giard_regg_caserta.jpg
image_pdf

La grande affluenza di visitatori che annualmente affollano la Reggia di Caserta ha sollevato numerosi problemi, specie sulle modalità di uso e godimento del Parco e del Giardino Inglese.

Alla salvaguardia di siffatto patrimonio culturale, che nelle aree verdi si rivela come connubio tra natura ed arte,
fanno riferimento alcuni progetti di restauro e valorizzazione della Reggia, finalizzati al miglioramento delle condizioni di conoscenza e conservazione e all’incremento della fruizione da parte di un pubblico sempre più differenziato:
– una Reggia senza barriere, potenziamento dei livelli di fruibilità della Reggia e Parco di Caserta da parte dei cittadini diversamente abili;
– il progetto CASSIO, allestimento di postazioni multimediali accessibili e in rete per l’informazione e la formazione sul patrimonio culturale nelle aree sottoutilizzate;
– Restauro del roseto del Giardino Inglese.

Lo scorso 24 maggio, nel Teatro di Corte della Reggia di Caserta, ha avuto luogo una giornata di studio organizzata dalla Soprintendenza, per mettere a confronto le diverse esperienze, nazionali ed estere, di restauro e valorizzazione, Si tratta degli interventi realizzati nei parchi e giardini gestiti da Enti pubblici in Italia e all’estero , quali i Giardini di Villa d’Este a Tivoli, i Giardini della Venaria Reale di Torino, i Giardini di Villa Torlonia a Roma, i Giardini di Versailles), tutti finalizzati alla loro conservazione nonché alla fruizione da parte di tutti i tipi di pubblico.

Copyright © - Riproduzione riservata
Restauro e valorizzazione per i giardini della Reggia di Caserta Edilone.it