Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa | Edilone.it

Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa

wpid-premio_paesaggio.jpg
image_pdf

Il MiBAC organizza la selezione di interventi significativi per la candidatura italiana al Premio del Paesaggio promosso dal Consiglio d’Europa nell’ambito dell’attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio firmata nel 2000 a Firenze. Il premio biennale, la cui prima edizione si terrà nel 2009, riguarda quei progetti realizzati da almeno tre anni che esprimano in termini pratici i principi contenuti nella convenzione ed è rivolto ad amministrazioni pubbliche, anche organizzate in forma di consorzi e ONG. Si vuole individuare e premiare gli interventi che costituiscano il risultato di politiche sostenibili ed integrate con il territorio di appartenenza (sostenibilità), che rappresentino modelli significativi di buone pratiche (esemplarità), e che rilevino una presenza pubblica deducibile sia dall’integrazione dei diversi livelli amministrativi che dal coinvolgimento delle popolazioni nelle varie fasi di realizzazione (partecipazione), momenti di consapevolezza del valore del patrimonio presente sul territorio (sensibilizzazione).
L’organizzazione del premio non è solo l’occasione per costruire un possibile scenario delle politiche territoriali messe in atto dalle amministrazioni italiane negli ultimi anni, ma una opportunità per la promozione e la diffusione di una rinnovata attenzione nei confronti del paesaggio come patrimonio culturale determinante per lo sviluppo del Paese.

Riepilogo scadenze
Termine di presentazione delle proposte per la selezione italiana 12/12/2008
Termine di presentazione della candidatura italiana al Consiglio d’Europa 31/12/2008

Candidature
Si possono candidare le amministrazioni pubbliche locali, regionali ed i loro consorzi, organizzazioni non governative che, nell’ambito della politica paesaggistica di uno Stato Parte contraente della Convenzione Europea del Paesaggio, hanno attuato una politica o preso dei provvedimenti volti alla tutela, alla gestione e/o alla pianificazione sostenibile dei loro paesaggi, che abbiano dimostrato una efficacia durevole e che possano servire da modello per le altre collettività territoriali europee.

Premio
Il premio consiste nel riconoscimento formale che si configura come “diploma”.
Possono essere inoltre assegnate menzioni speciali.

Sul sito www.premiopaesaggio.it è possibile reperire tutte le informazioni e riferimenti necessari per la partecipazione compresi i testi originali nelle lingue ufficiali del Consiglio d’Europa con la relativa traduzione in italiano.

Inoltre le strutture territoriali del MiBAC sono state direttamente coinvolte ed attivate per sensibilizzare le regioni e gli enti locali a partecipare con i loro interventi alla selezione nazionale. Tale diffusione permetterà di raccogliere il maggior numero di proposte che per categorie, metodologie di intervento, soggetti amministrativi coinvolti e aree geografiche rappresentano un ventaglio di progetti tali da poter restituire il più possibile la realtà territoriale italiana. Si andrà a costruire in questo modo una sorta di archivio, di osservatorio dello stato dell’arte sul paesaggio nel nostro Paese. A questo scopo il Ministero per i Beni e le Attività culturali può individuare alcuni soggetti, che per la loro attività e competenza specifica sono a conoscenza dei processi in atto sul paesaggio, ed invitarli a fornire il loro apporto operativo con la segnalazione di interventi che, a loro giudizio, rappresentino esempi significativi da candidare al Premio.

Copyright © - Riproduzione riservata
Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa Edilone.it