Nuove regole per l'autorizzazione paesaggistica in Emilia Romagna | Edilone.it

Nuove regole per l’autorizzazione paesaggistica in Emilia Romagna

wpid-paesaggio_citta_01.jpg
image_pdf

Decorreranno dal 1° gennaio 2009 in 341 Comuni dell’Emilia Romagna a norma della direttiva con cui la Giunta regionale ha fissato i criteri applicabili ai Comuni per il rispetto del Codice dei beni culturali e del paesaggio.

La Regione dovrà inoltre verificare, entro il 31 dicembre 2008, che i Comuni – delegati a rilasciare le autorizzazioni – dispongano di strutture in grado di assicurare un adeguato livello di competenze tecnico-scientifiche e riescano a garantire la differenziazione tra attività di tutela paesaggistica ed esercizio di funzioni amministrative in materia urbanistico-edilizia.

”Con questo adempimento, – precisa Luigi Gilli, assessore alla programmazione e sviluppo territoriale della Regione Emilia-Romagna – assunto in pieno accordo con l’associazione delle Autonomie locali, si vuole accompagnare adeguatamente i Comuni in un percorso virtuoso. Percorso rivolto non solo a soddisfare le condizioni di garanzia poste dal nuovo Codice dei Beni culturali e del paesaggio per il mantenimento delle attività delegate, ma anche alla crescita di competenza ed efficienza a favore dei cittadini e del paesaggio regionale”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Nuove regole per l’autorizzazione paesaggistica in Emilia Romagna Edilone.it